17 Dicembre 2015  16:27

Bialetti vende Girmi a Trevidea

Emanuela Sesta
Bialetti vende Girmi a Trevidea

L’accordo, del valore di 3 mln di euro, permette all’azienda bresciana di “concentrarsi sul core business dei prodotti per la preparazione del caffè e degli strumenti da cottura e accessori da cucina”

Bialetti Industrie ha siglato ieri con la società Trevidea il contratto preliminare per la cessione del marchio Girmi. “L’operazione permette al Gruppo Bialetti di concentrarsi sul core business dei prodotti per la preparazione del caffè - quali le caffettiere tradizionali, le macchine elettriche per il caffè espresso oltre che le linee di caffè e infusi in capsule - e degli strumenti da cottura e accessori da cucina”, ha commentato nel comunicato Francesco Ranzoni, presidente e ad di Bialetti Industrie. “La cessione è coerente con le linee guida del piano industriale 2013-2017 e, in particolare, con la focalizzazione su mercati e canali più redditizi. Le risorse generate dall’operazione consentiranno di sostenere le azioni strategiche individuate”.

Con maggior dettaglio, l’accordo prevede la cessione da parte di Bialetti Industrie, a titolo definitivo, senza riserva alcuna, della titolarità e proprietà del marchio e di un brevetto a Trevidea al corrispettivo di 3 milioni di euro (Iva esclusa). “La cessione è sospensivamente condizionata al rilascio, entro e non oltre il 30 giugno 2016, del consenso, da parte delle banche finanziatrici di Bialetti, talune delle quali hanno sottoscritto, in data 19 gennaio 2012, un contratto di finanziamento garantito da pegno sui marchi Girmi e Aeternum, alla cessione di Girmi e alla cancellazione del diritto di pegno da esse vantato - per quanto di competenza. Nel caso in cui le condizioni sospensive non si verificassero entro il termine sopra indicato (come eventualmente prorogato), le parti saranno libere da ogni obbligo relativo alla cessione del marchio Girmi e del brevetto, restando invece pienamente efficaci le previsioni dell’Accordo relative alla vendita di prodotti e alla licenza”, specifica la nota.

 

L’accordo sancisce inoltre la vendita a Trevidea di alcuni prodotti finiti a marchio Girmi per un corrispettivo massimo di 5 milioni di euro. Il prezzo definitivo sarà determinato nel mese di gennaio 2016 in concomitanza con l’effettuazione dell’inventario fisico dei prodotti venduti e verrà pagato in dodici rate mensili a partire dal 5 maggio 2016. “L’accordo prevede che Bialetti possa continuare, attraverso i suoi canali di distribuzione e la sua rete di vendita, a commercializzare i prodotti a marchio Girmi non venduti a Trevidea fino al loro completo esaurimento”.

 

Nelle more dell’avveramento della condizione sospensiva cui è subordinato il trasferimento del marchio e del brevetto, “Bialetti ha concesso a favore dell’acquirente una licenza in esclusiva per lo sfruttamento di Girmi, che prevede, a decorrere dall’1 luglio 2016 e per tutta la durata della licenza medesima, fissata in 5 anni, un corrispettivo annuo pari al 2% dei ricavi realizzati da Trevidea a fronte della vendita di prodotti

 

Girmi. La licenza si risolverà automaticamente alla data di trasferimento della titolarità del marchio. Il pagamento del corrispettivo per la cessione del marchio e del brevetto, dedotto un acconto di 300 mila euro (Iva esclusa), pagato da Trevidea a Bialetti alla stipula dell’accordo, sarà corrisposto da Trevidea in una unica soluzione alla data di perfezionamento della cessione.

Contenuti correlati : Girmi Trevidea Aeternum Bialetti cessione vendita
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

Ricevi la Newsletter!

Bianco e Ped

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy