26 Gennaio 2016  12:02

De’Longhi cresce (anche) nel 2015

Emanuela Sesta
De’Longhi cresce (anche) nel 2015

Comunicati i risultati preliminari del Gruppo di Treviso: Europa positiva, anche grazie all’Italia

Secondo i risultati preliminari comunicati da De’Longhi, il gruppo di Treviso ha chiuso il 2015 con ricavi consolidati per circa 1.891 milioni di euro, in crescita del 9,5% (+6,6% a cambi costanti) rispetto all’anno precedente. Nel quarto trimestre 2015, i ricavi del Gruppo sono stati invece pari a circa 676 milioni di euro, in crescita del 5,6% (+3,9% a cambi costanti), rispetto a un quarto trimestre 2014 “che era stato contraddistinto da una crescita organica molto sostenuta, in parte legata a situazioni di mercato favorevoli (quali ad esempio vendite sostenute in Russia, in previsione di forti aumenti prezzo dovuti alla svalutazione del Rublo)”, si legge nella nota. Relativamente ai risultati ottenuti nei singoli mercati, l’area Europa ha chiuso i dodici mesi con ricavi in aumento del 7,1%, trainata dalla crescita dell’area South West Europe (+9,8%, in evidenza Italia, Austria, penisola iberica e Svizzera); mentre nell’area North East Europe (+2,9%), la crescita di mercati quali Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca e Scandinavia è stata in parte erosa dall’andamento sfavorevole di mercati quali Russia e Ucraina, negativamente influenzati anche da un forte deprezzamento delle relative valute locali. Il Gruppo segnala la crescita a doppia cifra delle macchine da caffè, risultato guidato dai modelli di produzione interna (quali le superautomatiche, la gamma Nespresso Lattissima e le macchine manuali e il modello Dolcegusto Jovia). Positivo l’andamento del comparto preparazione dei cibi, in crescita a singola cifra, grazie a prodotti quali le friggitrici “multi-cookers” (gamma De’Longhi Multifry), i blenders, le kettle e i food processor. Il segmento stiro ha registrato una performance positiva, grazie a una crescita a doppia cifra, anche grazie al contributo dei nuovi sistemi stiranti a marchio Braun lanciati sul mercato nel corso del 2015: “tale andamento ha più che compensato una contrazione nelle vendite dei prodotti del floor care”, precisano da Treviso. Non poteva che essere a segno più il segmento del comfort: i prodotti del condizionamento hanno infatti segnato un anno particolarmente positivo, favorito dalle alte temperature registrate nei mesi estivi, anche se il riscaldamento ha accusato allo stesso tempo un calo del fatturato, per via di un inverno relativamente mite in diversi importanti mercati. “Il marchio Braun ha generato ricavi annuali con una crescita a doppia cifra, nonostante l’impatto molto penalizzante del mercato Russo”, rende noto De’Longhi.

Contenuti correlati : ricavi 2015 De’Longhi

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

ACCADDE OGGI

  • 06 Dicembre 2018
    Nuovi Unieuro a Torino e a Trieste
    Non si ferma la crescita di Unieuro, che prosegue il piano di rafforzamento della propria rete con l’inaugurazione – prevista sabato 8 dicembre - di due nuovi negozi diretti.

Ricevi la Newsletter!

Bianco e Ped

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy