27 Marzo 2017  12:36

Il 2016 di Dyson a quota 2,5 mld di sterline

Emanuela Sesta
Il 2016 di Dyson a quota 2,5 mld di sterline

James Dyson

Il risultati, in crescita del +45% rispetto al 2015, “incoraggia gli investimenti a lungo termine in tecnologia”

Sono stati divulgati in data odierna i risultati finanziari 2016 di Dyson. Il colosso anglosassone ha chiuso il periodo con un fatturato complessivo di 2,5 miliardi di sterline, crescendo del 45% rispetto all’anno precedente. Non solo, il dato sull’EBITDA raggiunge i 631 milioni di sterline (+41% vs 2015) e il solo mercato Cinese registra una crescita del +244% rispetto al 2015.

 

Secondo quanto comunicato nella nota ufficiale, “il successo internazionale incoraggia gli investimenti a lungo termine in tecnologia dopo i traguardi del 2016”. In particolare, per l’anno in corso, è previsto un investimento continuo con 2,5 miliardi di sterline sulle tecnologie del futuro, l’acquisizione di uno spazio di quasi 210 ettari a Hullavington per incrementare di dieci volte l’influenza di Dyson in Gran Bretagna e creare un secondo Campus tecnologico con base nel Wiltshire, l’apertura del Dyson Institute of Engineering and Technology a settembre per accogliere la prima classe di neodiplomati, il Singapore Technology Centre apre per espandere la ricerca globale e il programma di sviluppo dell’azienda.

 

“Il software sta facendo crescere le compagnie hardware a un ritmo più veloce rispetto a quanto non stia facendo con le stesse compagnie software”, ha commentato il fondatore James Dyson nella nota. “Il potere deriva da hardware e software che lavorano insieme: questo è esattamente ciò che stiamo sviluppando all’interno dei nuovi Technology Campus di Malmesbury e Hullavington e nel nostro Technology Centre di Singapore”.

 

Contenuti correlati : Institute of Engineering and Technology Dyson sterline fatturato investimenti
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

ACCADDE OGGI

  • 28 Maggio 2018
    La casa degli italiani, nasce l’Hub di Doxa
    Per il 94% degli italiani la casa è “importante”. E per quasi 4 italiani su 10 più di 5 anni fa, quasi fosse un “rifugio”, capace di proteggere dal mondo esterno.

Ricevi la Newsletter!

Bianco e Ped

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy