08 Gennaio 2015  11:49

Internet delle Cose protagonista del Ces

Roberta Broch
Internet delle Cose protagonista del Ces

Samsung, LG e Whirlpool in prima linea con prodotti connessi, e non solo

Come da aspettative, l’Internet of Things è uno degli argomenti chiave del Ces 2015, che si sta svolgendo in questi giorni a Las Vegas. In particolare, pur non essendoci stati clamorosi lanci di prodotto, lo sguardo dei big dell’elettronica di consumo è proiettato sempre di più verso una casa realmente connessa. A questo proposito, Samsung nella sua conferenza stampa ha sottolineato l’importanza di disporre di una piattaforma aperta su cui operare.

 

“Nessuna azienda ha da sola gli strumenti per realizzare a pieno l’Internet of Things”, ha commentato BK Yoon, presidente e Ceo, “ma unendo gli sforzi e lavorando in sinergia, potremo sicuramente svilupparne a pieno le infinite possibilità e migliorare la vita di tutti”.

 

“L’IoT per avere successo deve essere un sistema aperto”, ha rimarcato Alex Hawkinson, Ceo di SmartThings, l’ecosistema di Samsung. “Qualsiasi dispositivo, da qualsiasi piattaforma, deve essere sempre in grado di connettersi e comunicare con gli altri. Stiamo lavorando per realizzare un mondo ancora più connesso che possa offrire alle persone maggiore libertà. Il nostro ecosistema è infatti oggi compatibile con un numero sempre più elevato di dispositivi rispetto a qualsiasi altra piattaforma”.

 

A livello di offerta, nel bianco si è distinta la proposta nel lavaggio da parte di LG, Samsung e Whirlpool. Tutte gestibili da remoto tramite smartphone, il modello di LG, Twin Wash, molto avveniristico, può contare su due cestelli, che in caso di bisogno possono operare simultaneamente. Samsung, con il modello ActivWash+, dà la possibilità di mettere in ammollo i capi più delicati grazie a un lavandino integrato.

 

Anche Whirlpool schiaccia sull’acceleratore della smart home. Oltre a una presentazione di come l’azienda americana declina il concetto su tutto l’ecosistema casa, a livello di prodotti spiccano lavabiancheria e dryer sviluppate grazie all’accordo con Nest, specializzata in termostati. In particolare, grazie a questa collaborazione, i capi rimangono “freschi”, se il ciclo finisce quando l’utente finale è fuori casa, così come quando è fuori casa è possibile risparmiare energia con cicli particolarmente efficienti; durante le ore di punta in termini di consumi i cicli vengono, inoltre, posticipati automaticamente.

 

 

Contenuti correlati : connessione Internet of Things Ces 2015 smart home Samsung LG Whirlpool Las Vegas
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

ACCADDE OGGI

  • 07 Giugno 2006
    Anie: allarme sulle scorte di magazzino
    Anie, la Federazione delle imprese elettrotecniche ed elettroniche, ha inviato ieri una nota al Ministero dell’ambiente per chiedere l’emanazione...

Ricevi la Newsletter!

Bianco e Ped

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy