10 Giugno 2017  08:17

Cina, oltre 45mila schermi

Stefano Radice
Cina, oltre 45mila schermi

L'ultimo lupo coproduzione tra Europa e Cina, grande successo internazionale

I dati dello State Administration of Press, Publication, Radio, Film, and Television presentati a Roma

Una produzione tra il 2002 e il 2016 di circa 700 film l'anno, saliti ulteriormente l'anno scorso quando al botteghino sono stati registrati incassi per l'equivalente di 6.6 miliardi di dollari con un pubblico di 1.3 miliardi di spettatori. Sono fra i numeri del cinema in Cina, che nel 2016 con 45 mila schermi "è diventato il Paese con più sale al mondo". Lo spiega Zhou Jiandong del Sapprft (State Administration of Press, Publication, Radio, Film, and Television) a Roma per la 1/a edizione dei China International Co-Productions Film Screenings alla Casa del Cinema, fino all'11/6. In programma cinque grandi coproduzioni cinesi recenti, come L'ultimo Lupo di Annaud. Un evento, organizzato con Anica e Mibact, nel segno della collaborazione fra cinematografia cinese e italiana. "Dopo il Festival di Pechino, dove l'Italia era ospite, sono stati acquisiti per la Cina quattro film italiani tra cui Perfetti sconosciuti e si sta trattando per Quo vado?", dichiara Roberto Stabile responsabile sviluppo Internazionale Anica.

Contenuti correlati : cina anica mibact
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 14 Dicembre 2020
    E ora?
    Cosa fare ora che il Natale è perso, che i cinema (se non ci comporteremo bene durante le festività) riapriranno verso...
Paolo Sinopoli

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy