19 Ottobre 2017  14:30

Francesco Bruni in Azerbaijan

Silvia Mussoni
Francesco Bruni in Azerbaijan

Francesco Bruni posa tra Andrea Carpenzano e Giuliano Montaldo, i protagonisti del suo ultimo film Tutto quello che vuoi

Le iniziative organizzate dalle ambasciate per la Settimana della Lingua italiana

In occasione della Settimana della Lingua italiana, che quest’anno è dedicata al tema “L’italiano al cinema, l’italiano nel cinema”, le ambasciate d’Italia nel mondo si sono mobilitate con tante iniziative in collaborazione con enti e associazioni. Baku, Capitale dell’Azerbaijan, ha scelto come ospite d’onore lo sceneggiatore e regista Francesco Bruni, che terrà una masterclass agli studenti del dipartimento Italiano della facoltà di Lingue dell’Università dal tema “Generazioni e linguaggio nel cinema italiano contemporaneo” e parteciperà alla manifestazione presentando il suo ultimo film Tutto quello che vuoi, reduce dal successo di pubblico in Italia con oltre un milione di euro al box office, e il suo primo lavoro da regista Scialla!, in entrambi i casi incontrando il pubblico durante dibattiti moderati dal giornalista Antonio Autieri (già direttore di Box Office, ora direttore dell’associazione Sentieri del Cinema e della sua testata on line). L’Ambasciatore Augusto Massari ha dichiarato: «Sono convinto che la proiezione di Tutto quello che vuoi riscuoterà grande successo fra i giovani azerbaigiani: la possibilità di fare un incontro che ti rimette in gioco nella vita, come racconta il film, è un elemento di positività molto sentito nella società azerbaigiana in questo momento di ripresa». A Baku la Settimana della Lingua italiana è stata inaugurata da un concerto dedicato alle musiche da film e da un incontro con Gilberto Martinelli (tecnico del suono di grande esperienza). Fino al 23 ottobre è in corso una rassegna di film italiani recenti quali Il giovane favoloso di Mario Martone, I Malavoglia di Pasquale Scimeca, I Viceré di Roberto Faenza (sceneggiato da Bruni) e La mafia uccide solo d’estate di Pierfrancesco “Pif” Diliberto.

Anche il Kazakistan ha organizzato una rassegna di film italiani per la Settimana della Lingua italiana. Beppe Musicco, presidente dell’associazione Sentieri del Cinema, è stato invitato a presentare nella Capitale Astana e nella città di Almaty Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti e La pazza gioia di Paolo Virzì.

Contenuti correlati : Francesco Bruni Settimana della lingua italiana cinema italiano
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

Paolo Sinopoli

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy