01 Marzo 2017  13:25

I Wonder distribuisce Manifesto con Cate Blanchett

Silvia Mussoni
I Wonder distribuisce Manifesto con Cate Blanchett

Manifesto interpretato da una camaleontica Cate Blanchett ©Julian Rosefeldt and VG Bild-Kunst

Tra i film acquistati all’Efm della Berlinale anche The Death of Stalin e Monos

I Wonder è tornata dall’European Film Market della Berlinale con tre nuovi titoli in listino. La società guidata da Andrea Romeo, specializzata nella distribuzione di documentari di qualità, punta su film di fiction, sulla scia dei risultati che ha ottenuto negli anni passati con Jimi: All Is by My Side e Dio esiste e vive a Bruxelles. Il primo dei tre titoli acquistati a Berlino è Manifesto diretto dal video-artista Julian Rosefeldt, un omaggio alla tradizione e alla bellezza letteraria dei manifesti artistici con protagonista Cate Blanchett, che veste i panni di 13 diversi personaggi, interpretando altrettanti movimenti letterari o politici. Il film ha come distributore internazionale: The Match Factory. I Wonder porterà in sala, inoltre, The Death of Stalin, venduto a livello internazionale da Gaumont, diretto da Armando Iannucci e interpretato da Steve Buscemi, Olga Kurylenko, Michael Palin e Jeffrey Tambor. Si tratta di una commedia ispirata all’omonima graphic novel di Fabien Nury e Thierry Robins, pubblicata in Italia da Mondadori, che racconta il caos scoppiato nel Partito Comunista Sovietico all’indomani della morte di Stalin. Infine, I Wonder ha acquistato da Le Pacte il thriller, ambientato sui monti della Colombia, Monos, diretto dal brasiliano Alejandro Landes e interpretato da Julianne Nicholson.

Contenuti correlati : I Wonder Efm vendite internazionali Berlinale acquisizioni
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 14 Dicembre 2020
    E ora?
    Cosa fare ora che il Natale è perso, che i cinema (se non ci comporteremo bene durante le festività) riapriranno verso...
Paolo Sinopoli

ACCADDE OGGI

  • 17 Gennaio 2019
    Il cinema francese piace in Italia
    Il cinema francese al di fuori dei confini nazionali ha avuto un 2018 in forte calo. Lo dicono i dati Unifrance, l'rganismo che si occupa dell'export del cinema transalpino.

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy