10 Febbraio 2017  10:46

In Europa 1.276 milioni di spettatori nel 2016

Silvia Mussoni
In Europa 1.276 milioni di spettatori nel 2016

Le presenze in Europa sono cresciute del 2%

Media Salles presenta i primi dati dei 35 Paesi del Vecchio Continente

Secondo le statistiche elaborate da Media Salles, nel 2016 gli spettatori dei cinema europei sono stati 1.276 milioni, in crescita del 2% rispetto ai 1.250 del 2015. Il risultato emerge dai primi dati disponibili che Media Salles precisa essere ancora provvisori. La situazione però non è omogenea nei 35 Paesi esaminati. Per quanto riguarda i 19 Paesi dell’Europa Occidentale, il numero di presenze in sala è in linea con l’anno scorso (-0,3%), con 893,9 milioni di spettatori rispetto ai 895,2 del 2015. In Europa Centrale, Orientale e del Bacino del Mediterraneo, invece, si è verificata una crescita del 7,8% con 383,1 milioni di spettatori contro i 355,4 del 2015. Media Salles ha inoltre attestato che il processo di digitalizzazione dei cinema europei ha raggiunto la quasi totalità degli schermi, precisamente il 97%.

  • Europa Occidentale

Anche all’interno delle due macroregioni il dato è diverso in ciascun Paese. La Francia, che è il primo mercato europeo, è cresciuta nel 2016 del 3,6% con 212,7 milioni di presenze, 7 milioni in più del 2015. In salita anche l’Italia che, secondo le stime di Media Salles, ha totalizzato 112 milioni di spettatori. La Spagna cresce del 6% e supera i 100 milioni di biglietti staccati. Sono calate, invece, le presenze del Regno Unito (-2,1%) – che resta però il secondo mercato con 168 milioni di biglietti venduti – e della Germania (-13%), che ha comunque totalizzato 121 milioni di presenze. Tra i mercati di dimensioni inferiori, sono calate le presenze in Danimarca (-2,8%), Svizzera (-6,7%), Austria (-10%), Belgio (-7%) e Lussemburgo (-4%); stabile la Finlandia (-0,6%); in crescita Grecia (+2,2%), Portogallo (+2,5%), Svezia (+3,6%), Paesi Bassi (+3,7%), Irlanda (+4%) e Norvegia (+9%).

  • Europa Centrale e Orientale e Bacino del Mediterraneo

Nei territori dell’Europa Centrale, Orientale e del Bacino del Mediterraneo l’incremento degli spettatori è molto netto con un +7,8% per circa 28 milioni di spettatori in più rispetto al 2015. In testa la Russia, che ha visto crescere le presenze da 175,7 a 191,1 milioni (+8,8%). In crescita anche gli spettatori della Polonia (16,5%), passati da 44,7 a 52,1 milioni; della Repubblica Ceca (20,6%), con 15,6 milioni di spettatori e, ancora, di Slovacchia (+ 23,4%), Lituania (+10,1%), Ungheria (+12,1%) e Slovenia (+14,2%). Segno più, anche se in proporzioni minori, in Romania (+7,5%), Cipro (+7,1%), Lettonia (+6,7%), Estonia (+6,4%), Serbia (+2,8%) e Bulgaria (+2,2%). In calo, invece Turchia (-3,6%), che resta però il secondo mercato di quest’area con 58,3 milioni di spettatori; Bielorussia (-3,5%) e Croazia (-1,2%).

Contenuti correlati : Media Salles mercato cinematografico presenze spettatori Europa
Iscriviti alla nostra newsletter

EDITORIALISTI

  • 20 Luglio 2020
    Il coraggio di crederci
    Nonostante il rinvio americano di Tenet a causa del prolungarsi dell’emergenza sanitaria, Warner Bros.
Paolo Sinopoli

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy