30 Novembre 2015  18:00

Incassi Usa: Hunger Games (Lionsgate) ancora in testa

Paolo Sinopoli
Incassi Usa: Hunger Games (Lionsgate) ancora in testa

Hunger Games: Il canto della rivolta – Parte II (Lionsgate)

Nel weekend del Giorno del ringraziamento chiudono il podio le new entry Il viaggio di Arlo e Creed. Flop per Victor Frankenstein

Resiste in prima posizione Hunger Games: Il canto della rivolta – Parte II (Lionsgate – distribuito in Italia da Universal). Il film ha, infatti, incassato 51,6 milioni di dollari (-49%) in 4,175 cinema, per un totale di 198,3 milioni. Chiudono il podio le new entry Il viaggio di Arlo (Disney) con 39,1 milioni di dollari in 3.749 cinema, per un totale di 55,5 milioni, e lo spin-off Creed – Nato per combattere (Warner - in Italia dal 14/1/2016) con 30,1 milioni di dollar in 3.404 cinema e un incasso complessivo di 42,6 milioni.

Al quarto posto figura il nuovo 007 Spectre (Sony/Columbia – distribuito in Italia da Warner) con 12,8 milioni di dollari (-14%) in 2.940 cinema, per un totale di 176 milioni al quarto weekend. A seguire troviamo il film d’animazione Snoopy & Friends – Il film (Fox) con 9,7 milioni di dollari (-26%) in 3.089 cinema e un incasso complessivo di 116,7 milioni al quarto weekend, la commedia The Night Before (Sony/Columbia) con 8,2 milioni di dollari (-17%) in 2.960 cinema, per un totale di 24,1 milioni al secondo weekend, e Il segreto dei suoi occhi (STX Entertainment) con 4,5 milioni di dollari (-32%) in 2.392 cinema e un incasso complessivo di 14 milioni al secondo weekend.

 

Chiudono la top ten Il caso Spotlight (Open Road Films - in Italia dal 18/2/2016 con Bim) con 4,4 milioni di dollari (+ 27%) in 897 cinema, per un totale di 12,3 milioni al quarto weekend, Brooklyn (Fox Searchlight) con 3,8 milioni di dollari (+ 230%) in 845 cinema e un incasso complessivo di 7,2 milioni al quarto weekend, e Sopravvissuto –The Martian (Fox) con 3,3 milioni di dollari (-13%) in 1.420 cinema, per un totale di 218,6 milioni al nono weekend. In dodicesima posizione troviamo la new entry Victor Frankenstein (Fox) con soli 2,3 milioni di dollari in 2.797 cinema, che diventa il peggior esordio della storia del cinema per un film distribuito in oltre 2.500 schermi. Degna di nota l’uscita limitata di The Danish Girl (Focus Features) con 185mila dollari in 4 cinema, per una media per sala di 46.250 dollari.

Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 14 Dicembre 2020
    E ora?
    Cosa fare ora che il Natale è perso, che i cinema (se non ci comporteremo bene durante le festività) riapriranno verso...
Paolo Sinopoli

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy