03 Settembre 2018  16:54

Incontri d'essai, gli annunci di Venezia

Stefano Radice
Incontri d'essai, gli annunci di Venezia

Un momento della premiazione degli Incontri d'essai di Mantova

I primi film dell'appuntamento di Mantova (8-11 ottobre). Le dichiarazioni del presidente Fice Domenico Dinoia

Presentazione di rito, oggi alla Mostra del Cinema di Venezia, della 18ma edizione degli Incontri del cinema d’essai organizzati dalla Federazione italiana cinema d’essai. Appuntamento che si terrà dall’8 all’11 ottobre a Mantova in diverse location cittadine tra cui la Multisala Ariston, il teatro Bibiena, Cinema del Carbone e Palazzo Ducale. Intervenuto per presentare l’evento, ha dichiarato Domenico Dinoia, presidente Fice: “Mi fa piacere presentare a Venezia gli Incontri del cinema d’essai. Abbiamo iniziato nel 2001 con la spinta di una parte dell’esercizio che credeva in questo progetto dedicato al cinema d’autore. Oggi queste giornate sono diventate un momento imprescindibile per il cinema di qualità in Italia. Dagli addetti ai lavori, ai distributori, ai talent; la partecipazione è in costante crescita. I distributori, soprattutto, hanno capito che a Mantova ci sono molti esercenti che vogliono concoscere i film da far vedere al proprio pubblico”. Ma agli Incontri non c’è spazio solo per gli addetti ai lavori. Continua Dinoia: “Molte proiezioni sono per la città; ci sono anche proiezioni per le scuole per coinvolgere le nuove generazioni. Abbiamo superato l’avvento delle Tv, dei dvd, delle catene di noleggio che sembrava soppiantassero i cinema. Sopravviveremo anche alle piattaforme. La voglia divedere un film sul grande schermo rimarrà sempre, in particolare per il cinema d’autore. Sempre di più le sale rimarranno uno straordinario luogo di promozione della cultura e della socialità dei centri cittadini. Lavoreremo affinché le leggi e gli investimenti permettano di incrementare il numero delle sale cinematografiche dei centri cittadini e storici che sono il fulcro della programmazione d’essai. C’è un forte legame con Anec perché questa è una battaglia culturale e sociale; speriamo di avere il supporto di giornalisti, politici, distributori”. Dinoia ha poi ricordato che, durante la manifestazione, sarà lanciata la giornata del cinema europeo del 14 ottobre; oltre 3mila sale in tutta Europa mostreranno film europei: “Dobbiamo affermare sempre più l’importanza del cinema europeo. In questa fase in cui si parla molto di Europa, chi lavora nel cinema sa quanto sia importante il Vecchio Continente. La Fice si è sempre battuta per la circuitazione del cinema europeo". Ha concluso il presidente della federazione dei cinema d’essai: “Non possiamo pensare che nei cinema ci siano solo i blockbuster americani. Faremo di tutto anche perché ci sia un collegamento più stretto con i David di Donatello; dobbiamo trasformare quell’evento in una vera festa del cinema italiano in cui anche le sale siano coinvolte e siano protagoniste”. Alla presentazione sono intervenuti diversi distributori. Andrea Occhipinti, Ceo Lucky Red ha ricordato come cinema di qualità e d’essai non voglia dire “cinema di nicchia ma è una proposta che ha un valore commerciale. Si tratta di film che rimangono e che hanno una storia. A Mantova transita il meglio della produzione di qualità mondiale”. Luigi Lonigro, direttore di 01 Distribution ha ricordato: “Abbiamo inaugurato la prima edizione degli Incontri con Il pianista; abbiamo sempre creduto e scommesso su questa iniziativa importante. Quello che la caratterizza è l’attenzione e la passione da parte dei partecipanti; gli esercenti d’essai in tutti questi anni hanno sempre accolto con attenzione la nostra proposta. A Mantova, in anteprima, presenteremo Capri Revolution di Mario Martone, che incontrerà il pubblico. Sarà la nostra proposta natalizia di qualità; crediamo che sia corretto mostrarlo agli esercenti”. Davide Novelli, direttore della distribuzione di Vision Distribution ha annunciato l’anteprima di Colette con Keira Knightley. Inoltre, saranno proiettati anche Cold War di Pawel Pawlikowski, Woman at War di Benedikt Erlingsson e Styx di Wolfgang Fischer (entrambi candidati al Premio Lux del Parlamento Europeo). Ancora, da Venezia, oltre a Capri Revolution ci sarà What you gonna do when the world's on fire di Roberto Minervini. Infine, per la città di Mantova, dove è stato girato, la versione digitalizzata di Le stagioni del nostro amore di Florestano Vancini (1966) alla presenza della figlia Gloria. Complessivamente sono previste una ventina di anteprime. La serata del 10 ottobre sarà dedicata alla consegna dei PremiFice nella prestigiosa cornice del Teatro Bibiena.

Contenuti correlati : icnontrid'essai fice mantova dinoia occhipinti lonigro

EDITORIALISTI

Stefano Radice

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy