30 Marzo 2018  17:12

Marchetti, diversificheremo il nostro business

Stefano Radice
Marchetti, diversificheremo il nostro business

Guglielmo Marchetti (foto V.Pardi), presidente e amministratore delegato di Notorious Pictures

Il bilancio 2017 di Notorious Pictures. Dal theatrical ricavi per 4,5 milioni

Il Consiglio di Amministrazione di Notorious Pictures, riunitosi in data odierna, ha approvato il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2017 che sarà sottoposto all’Assemblea ordinaria degli azionisti il 27 aprile 2018. Guglielmo Marchetti, presidente e amministratore delegato della società, ha così commentato: “Il 2018 sarà caratterizzato dalla definizione di nuovi e importanti contratti nell’ambito della produzione esecutiva, che determineranno sia un consolidamento dell’attività a livello nazionale e internazionale, sia effetti positivi per la generazione dei ricavi e della redditività di Notorious Pictures. La solidità patrimoniale e finanziaria della società, confermata dalla capacità storica di generare utili, ci permette di guardare con ottimismo i prossimi anni. Dopo una prima fase aziendale molto focalizzata nella distribuzione, rafforzeremo nel prossimo futuro la diversificazione del nostro business investendo in rilevanti progetti di coproduzione internazionale per rafforzare i nostri asset di proprietà nel lungo periodo e la nostra library. Contestualmente continueremo ad espandere la distribuzione sui canali digitali che sempre maggior importanza avranno negli anni a venire.”

 

  • Principali risultati economico-finanziari al 31 dicembre 2017

 

I ricavi si attestano a 18,1 milioni di euro rispetto a1 23 milioni al 31 dicembre 2016 «che avevano beneficiato dell’attività di produzione esecutiva del film Black Butterfly per 5,3 milioni di euro», chiarisce una nota della società. «Notorious ha distribuito nelle sale cinematografiche 16 film generando un box office pari a 11,1 milioni di euro (10,3 milioni al 31 dicembre 2016) che le hanno permesso di collocarsi al 4 posto nella classifica dei distributori italiani indipendenti». Tra i film segnaliamo La fratellanza, Nut job – Tutto molto divertente 2 e Dickens: l’uomo che inventò il Natale. Rispetto alla ripartizione dei ricavi, la quota “theatrical” è pari a 4,5 milioni di euro, con una lieve diminuzione rispetto al 31 dicembre 2016 (4,8 milioni), mentre la quota “TV” è in crescita e pari a 9,4 milioni di euro (8,4 milioni nel 2016). I ricavi della produzione esecutiva ammontano a 1,9 milioni (5,3 milioni nel 2016). L’EBITDA è pari a 6 milioni rispetto a 6,6 milioni di euro al 31 dicembre 2016 «L’Ebitda Margin, pari al 33,2%, è in sensibile miglioramento rispetto al 2016 (28,7%) a seguito del differente mix nella composizione dei ricavi e a una riduzione dei costi operativi per 4,2 milioni di euro». Il Risultato Operativo Netto (EBIT) è pari a 1,9 milioni di euro, in diminuzione rispetto a 3,2 milioni al 31 dicembre 2016: «La variazione di EBIT rispetto all’esercizio 2016 è effetto anche della prudenziale politica di ammortamento dei diritti che ha portato ad iscrivere nel 2017 ammortamenti e accantonamenti per 4,1 milioni di euro (3,4 milioni nel 2016)». L’Utile Netto è pari a 1,5 milioni di euro (2,8 milioni al 31 dicembre 2016) mentre la Posizione Finanziaria Netta attiva (cassa netta) è pari a 6,2 milioni di euro, in miglioramento rispetto al 31 dicembre 2016 (3,8 milioni) e al 30 giugno 2017 (3,3 milioni). Il patrimonio netto si attesta a Euro 21,0 milioni (Euro 20,7 milioni al 31 dicembre 2016), a conferma della solidità patrimoniale della società.

  • Investimenti

Gli investimenti dell’esercizio 2017, pari a 7,1 milioni di euro, hanno riguardato principalmente l’acquisizione di opere filmiche finalizzate all’arricchimento della library, dei quali circa 1,5 milioni a titolo di acconti di film che usciranno nelle sale nel 2018 e 2019, e 1,5 milioni quali anticipi per la coproduzione del film Quanto basta che uscirà nelle sale nel mese di aprile 2018. Il valore totale netto della Library al 31 dicembre 2017 è pari a circa 8 milioni di euro a fronte di investimenti lordi di 23,1 milioni ammortizzati per il 65% per un totale di 388 film di cui 84 film a prioritario sfruttamento cinematografico e 304 film a prioritario sfruttamento televisivo (Direct to Video).

Contenuti correlati : marchetti notorious pictures bilancio
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 20 Luglio 2020
    Il coraggio di crederci
    Nonostante il rinvio americano di Tenet a causa del prolungarsi dell’emergenza sanitaria, Warner Bros.
Paolo Sinopoli

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy