21 Ottobre 2017  07:49

Mia, audiovisivo e gaming si incontrano

Stefano Radice
Mia, audiovisivo e gaming si incontrano

Due mondi diversi che potrebbero dialogare sempre di più

Raccontare storie per generare emozioni e conquistare le persone è ciò che hanno in comune sia gli sceneggiatori di cinema e serie Tv che chi realizza videogiochi. E questi due ambiti si sono incontrati ieri al Mia di Roma durante il panel “Creating Emotions Narrative Gaming vs scripted storytelling: win the audience in the center field”. Per la parte gaming sono intervenuti Alessandro Bragalini (Forge Replay), Pietro Righi Riva (Santa Ragione), Gerardo Verna (Trinity Team). Per il mondo dell’audiovisivo, invece, erano presenti Riccardo Tozzi (Cattleya) e lo sceneggiatore Stefano Sardo. Nel suo intervento Tozzi ha sottolineato che “il confronto tra i due mondi deve continuare. Ci vuole una collaborazione creativa all’interno dell’industria”. Tra i due mondi esistono, però, delle differenze. Ha continuato Tozzi: “Il videogioco nega in un certo senso la narrativa. Chi si occupa di cinema e serie Tv, invece, vive di narrativa. Quello che manca, invece, è l’interattività che è propria dei videogiochi. I committenti delle serie Tv, però, cercano l’interattività nelle storie e sono particolarmente interessati a serie che creino delle comunità. Non sappiamo quanta gente vede le nostre serie ma sappiamo l’onda d’urto che generano sui social network e questo è un valore cui stare molto attenti”. Stefano Sardo, da parte sua, ha evidenziato che “chi si occupa di gaming ha la possibilità di inventare mondi con varietà di toni e di racconto che nel cinema e nelle serie Tv è molto difficile riuscire a creare. Ci vuole una narrazione che vada oltre i film d’autore e che guardi ai giovani. Alcune serie Tv ci stanno riuscendo come 1992, 1993, Suburra, Gomorra e Romanzo criminale. Bisognerebbe ideare prodotti in grado di declinarsi in diverse forme narrative. Ci si è riusciti con Il ragazzo invisibile che non è solo un film di Gabriele Salvatores, di cui uscirà anche il sequel, ma è stato anche un fumetto e un libro per ragazzi”.

Contenuti correlati : Mia tozzi sardo
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

Paolo Sinopoli

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy