21 Ottobre 2017  09:00

Mia, le difficoltà del cinema indipendente

Stefano Radice
Mia, le difficoltà del cinema indipendente

Dialogo tra Andrea Occhipinti (Lucky Red), François Yon (Playtime - Francia) ed Elizabeth Karlsen (Number 9 – Gran Bretagna)

“The Big Picture”. Così è stato intitolato il panel sulla situazione del cinema indipendente organizzato nell’ambito del Mia e che ha visto confrontarsi Andrea Occhipinti in qualità di produttore e distributore con Lucky Red, François Yon (distributore internazionale, Playtime - Francia) ed Elizabeth Karlsen (produttrice, Number 9 – Gran Bretagna). Tutti si sono detti preoccupati per la difficile situazione che sta vivendo, in termini di incassi, il cinema indipendente a livello europeo: "Gli ultimi anni sono stati molto difficili" ha ricordato François Yon. “Il mercato del grande schermo – ha sottolineato Andrea Occhipinti – sta cambiando ovunque. Come Lucky Red continuiamo, però, il nostro lavoro sui mercati cercando quei film di qualità che amiamo e che vogliamo poi proporre al nostro pubblico. Il grande problema è che la visione al cinema attira sempre meno i giovani, non c’è ricambio generazionale. Per questo ritengo che sia indispensabile che si sviluppino politiche di educazione al grande schermo che vedano coinvolte le scuole; così si crea il pubblico di domani”. Occhipinti ha poi ricordato “che l’Italia sta vivendo una fase di innovazione grazie alla nuova legge cinema che prevede più investimenti e opportunità per tutto il settore audiovisivo e che può rilanciare la nostra industria”. I tre panelist hanno poi posto l’accento su come operatori globali quali Netflix e Amazon stiano determinando importanti cambiamenti nell’industria audiovisiva, visto le ingenti risorse che sono in grado di investire. Occhipinti ha chiuso il suo intervento parlando anche di esercizio: “Come Lucky Red facciamo parte di Circuito Cinema. Sono convinto che il cinema indipendente si possa rilanciare anche grazie all’esercizio. Sono sempre più ricercate dal pubblico quelle multisale cittadine da 6/7 schermi che offrano alta qualità nella visione dei film ma che siano anche in grado di far vivere una bella esperienza che vada al di là della visione del film stesso”.

Contenuti correlati : occhipnti Mia
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

Paolo Sinopoli

ACCADDE OGGI

  • 22 Ottobre 2015
    Mia, le vendite dei film italiani
    Sono state diverse le trattative di vendita di film italiani all'estero che si sono concluse al Mia (16-20 ottobre), il Mercato Internazionale dell'Audiovisivo di Roma.

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy