23 Agosto 2018  15:56

Netflix attesa al varco sul versante film

Silvia Mussoni
Netflix attesa al varco sul versante film

Roma di Alfonso Cuaron, in gara a Venezia, è tra i film Netflix più attesi (© Netflix)

Le strategie della piattaforma che ambisce a uguagliare la popolarità che ha con le serie Tv

Nonostante i grandi investimenti di Netflix nella produzione di film, la piattaforma non è ancora riuscita a sfondare nel cinema e ad eguagliare l’impatto culturale che hanno avuto le sue serie Tv tra cui Stranger Things, Tredici o Orange Is the New Black. Lo sostiene Hollywood Reporter che in un articolo intitolato “When will Netflix movies finally be ready for their close-up” analizza Netflix come produttore di film. A 10 mesi dalle dichiarazioni del Ceo Ted Sarandos che sottolineava che la divisione cinema aveva “un potenziale della stessa enorme scala che abbiamo sul versante Tv”, e dopo 60 progetti (a cui si aggiungono i 20 internazionali) l’industria sta ancora aspettando la svolta, afferma lo specializzato. Scott Stuber, a capo della divisione film, sovrintende ora l’uscita dei primi attesi progetti che ha messo in pista tra cui Roma di Alfonso Cuaron, 22 July di Paul Greengrass e The Ballad of Buster Scruggs dei fratelli Coen – tutti e tre in concorso a Venezia – e The Other Side of the Wind girato da Orson Welles, fuori concorso al Lido. L’insistenza di Netflix a bypassare la sala distribuendo i film in pochi cinema e in day and date sulla piattaforma tiene lontani molti registi che ambiscono al box office e al lancio nei multiplex. Netflix resta però ferma sulla propria strategia e afferma che nel 2018 i film presentati sulla piattaforma sono stati visti 850 milioni di volte da più di 120 milioni di account nel mondo; continua tuttavia a non volere divulgare i dati precisi di consumo. L’articolo afferma che la divisione di Stuber starebbe puntando alla qualità e non alla quantità e che l’obiettivo è produrre film forti quanto i superhero movies della Marvel, titoli fantasy del calibro del Il signore degli anelli e progetti prestigiosi che possano ambire ai grandi premi. Tra i prossimi progetti spicca l’action Six Underground diretto da Michael Bay per il quale si stima un budget tra i 150 e i 170 milioni di dollari, 30 dei quali per il protagonista Ryan Reynolds. Per il 2019 è previsto anche The Irishman di Martin Scorsese che si dice abbia un budget tra i 120 e i 150 milioni di dollari.

Contenuti correlati : Netflix cinema distribuzione Mostra del Cinema
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

Paolo Sinopoli

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy