20 Marzo 2018  18:06

Occhipinti scrive all'Anec

Stefano Radice
Occhipinti scrive all'Anec

Andrea Occhipinti, presidente dei distributori Anica

La lettera inviata dal presidente dei distributori Anica ad Alberto Francesconi: «Rammaricati che il Congresso dell’Anec abbia deciso di non aderire alla campagna promozionale»

Pubblichiamo, in esclusiva, la lettera che Andrea Occhipinti, presidente dei distributori Anica, ha inviato ad Alberto Francesconi, presidente Anec, dopo la presa di posizione dell'associazione nazionale esercenti che non aderisce al pacchetto di iniziative promozionali

Caro Alberto,

siamo rammaricati che il Congresso dell’Anec abbia deciso di non aderire alla campagna promozionale Primavera, Estate, Autunno 2018. Permettimi però di fare alcune necessarie precisazioni. Abbiamo tutti insieme deciso di mettere in campo una nuova promozione. Ne abbiamo cominciato a parlare prima con il tuo predecessore, poi con te e con i tuoi in varie riunioni in Anec e Anica. Eravamo d’accordo, chiedemmo di incontrare il Ministro. Sin dall’inizio, la formula della promozione in vari periodi dell’anno è stata condivisa. Ti ricordo inoltre che, come nelle scorse edizioni, siete sempre stati sostenitori della formula dei CinemaDays, primaverili e d’autunno, da svolgersi nei primi quattro giorni della settimana, dal lunedì al giovedì a 3 euro.

Diversamente, ci avete sin dall’inizio manifestato dubbi sulla settimana di luglio perché, a vostro avviso, non c’erano ancora film posizionati. Abbiamo ribadito che le distribuzioni avrebbero messo i film nella seconda settimana di luglio solo dopo l’annuncio della promozione. Abbiamo sempre detto che la settimana di luglio serviva anche per poter promuovere le importanti anteprime previste dal 9 al 15 agosto. Anteprime che, fino ad ora, non sono mai state pubblicizzate con questa potenza.

E così è successo: mancano ancora quattro mesi e sono stati aggiunti sul competitive già quattro film. Le persone da te delegate, ovvero, Andrea Malucelli, Mario Lorini, Enrico Signorelli e Mario Mazzetti hanno partecipato insieme ai distributori, produttori e Anem all’unica riunione tecnica, tenutasi il 9 febbraio, durante la quale sono state raccontate, in maniera dettagliata, sia la Campagna che le sue modalità di attuazione.

Riguardo la comunicazione dell’iniziativa, abbiamo capito che i tempi necessari per i CinemaDays di Aprile c’erano: si sarebbe partiti dall’annuncio durante la cerimonia dei David di Donatello il 21 marzo p.v. per poi proseguire con la promozione nelle due settimane precedenti alle date della campagna, come del resto è sempre avvenuto. Nonostante fosse tardi abbiamo aspettato il vostro congresso della settimana scorsa per fare il comunicato stampa congiunto.

Non siamo mai riusciti ad incontrare il Ministro per definire il tutto, qualcuno forse ha dimenticato che ci sono state le elezioni? La nostra comune preoccupazione è stata quella di assicurarci che la campagna fosse approvata, per questo abbiamo continuato a comunicare con Mattia Morandi, ufficio stampa del Ministro, attraverso i responsabili marketing. Infine, credo che, vista l’incertezza politica del periodo, aver assicurato questo pacchetto per la promozione cinematografica dell’intero 2018 sia stato un importante e non scontato successo, questo si, noi l’avevamo ben chiaro. Certo non farlo sarebbe stato più semplice e meno rischioso. Mi auguro in ogni caso che gli esercenti tutti, continuino a lavorare con noi su tutti i temi che ci riguardano, soprattutto in un momento complicato come questo.

Un cordiale saluto

Andrea Occhipinti, presidente sezione distributori Anica

Contenuti correlati : occhipinti cinemadays anica anec distributori

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

Stefano Radice

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy