20 Febbraio 2019  14:05

Credito al consumo: telefonia al top

Aldo Cattaneo
Credito al consumo: telefonia al top

Nel primo semestre 2018 secondo l’Osservatorio dedicato all’Elettronica di Compass è la categoria la più venduta e finanziata, ma la concorrenza dell’online cresce

Nel primo semestre del 2018 il credito al consumo ha superato complessivamente la soglia dei 10 miliardi di euro (+6,4% sul 2017), superando il record del 2013 grazie soprattutto alle performance del settore auto e moto. Secondo l’ultima edizione dell’Osservatorio dedicato all’Elettronica di Compass il comparto dell’elettronica, con 540 milioni di euro, ha chiuso il primo semestre con un -1,4%. Nonostante il valore totale dei prestiti erogati per l’acquisto di prodotti elettronici sia in leggera contrazione, è aumentato l’erogato medio, che si attesta a quota 916 euro, il +3,3% rispetto al primo semestre 2017. Secondo il 60% dei convenzionati, la telefonia è il comparto che traina maggiormente le vendite, seguito dai grandi elettrodomestici del lavaggio (35%) e dai pc/tablet (28%). Analizzando la classifica dei prodotti più finanziati, sul podio troviamo sempre la telefonia, indicata dal 45% del campione, e i grandi elettrodomestici del lavaggio (41%), seguiti però dagli elettrodomestici del freddo (38%). Per gli italiani il negozio fisico si conferma punto di riferimento per gli acquisti di prodotti di elettronica: il 41% dei consumatori, infatti, si informa su internet ma concretizza il suo acquisto in un esercizio commerciale, mentre il 18% preferisce informarsi e acquistare direttamente nel punto vendita. Tra le motivazioni principali il servizio di assistenza post-vendita (indicato dal 43% degli intervistati) e la professionalità e l’esperienza del venditore (36%) secondo i convenzionati. Di contro il 21% dichiara di acquistare sempre meno in un punto vendita rispetto al passato, e sono tanti i consumatori (36%) che si informano in negozio e acquistano on-line. Un impatto, secondo i convenzionati, che inciderebbe intorno al 41% in mancate vendite sul proprio giro d’affari. La telefonia, in particolar modo, risulta essere il comparto più colpito. Per questo motivo circa il 20% dei negozianti hanno associato al punto vendita anche un servizio di acquisto on line. L’indagine conferma il ruolo fondamentale svolto dalle promozioni dei punti vendita. Ben l’82% dei convenzionati ritiene molto o abbastanza rilevante il loro impatto sulle vendite, al punto da determinare il 45% del giro d’affari totale. In particolare, sono i cosiddetti “sconti secchi” a essere indicati da quasi due terzi degli intervistati (67%) come la tipologia di sconto più efficace. Inoltre i convenzionati esprimono una certa fiducia in merito alle previsioni di vendita del comparto elettronica nei prossimi 12 mesi: quasi il 40% prevede un incremento nei propri ricavi, un dato leggermente superiore alla media di tutti i settori, contro il 9,9% che indica un possibile calo.

Contenuti correlati : compass credito al consumo smartphone ged pc tablet ecommerce
Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi la Newsletter!

Consumer Electronics

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

ACCADDE OGGI

  • 05 Agosto 2019
    Tv, i primi sei mesi secondo GfK
    Secondo GfK nei primi sei mesi del 2019 nel Panel Market italiano sono stati venduti poco di più di 1,7 milioni di Tv con una leggera flessione rispetto...