08 Giugno 2015  13:01

“Diamo una scossa alla speranza”

Elena Reguzzoni
“Diamo una scossa alla speranza”

Carlo Sangalli e Davide Rossi

Questa l’esortazione di Sangalli, presidente di Confcommercio, a cui Rossi di Aires fa eco sottolineando: “sappiamo bene che non è una frase di circostanza”

Si è chiusa poco fa all'Auditorium Centro Congressi Stella Polare, in Fiera a Milano, l'Assemblea Generale di Confcommercio-Imprese per l'Italia che ha accolto numerose presenze istituzionali dal Sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, al Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni e il Commissario Unico Expo 2015, Giuseppe Sala. Davide Rossi, direttore generale di Aires, presente in rappresentanza dell’Associazione ha commentato: “Il Presidente di Confcommercio Sangalli ha aperto il suo intervento dicendo 'Diamo una scossa alla speranza' e sappiamo bene che non si tratta di una frase di circostanza. Parlando di ripresa economica l'ha paragonata a un temporale che vediamo e sentiamo in lontananza senza ancora venire rinfrescati. C'è ancora molto da fare: riduzione della spesa pubblica, riforma fiscale e ovviamente nessun aumento dell'IVA che avrebbe luogo se scattassero le clausole di salvaguardia previste dalla legge di stabilità”. Rossi ha poi concluso: “Usciamo comunque incoraggiati da questa assemblea generale 2015 e come Aires siamo ulteriormente confortati dal fatto di essere parte attiva e influente in Confcommercio che oggi ha dimostrato ancora una volta la propria importanza e coesione. Non dimentichiamo che il terziario è forza trainante del Paese rappresentando oltre il 40 % del PIL e oggi ne abbiamo avuto ulteriore conferma”.

Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

Ricevi la Newsletter!

Consumer Electronics

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

ACCADDE OGGI

  • 19 Settembre 2014
    Telco in calo del 7%
    Il 2013 è stato un anno nero per il settore telco, che ha registrato un giro d’affari di 44,7 miliardi, con un calo del -7% rispetto all’anno...