05 Settembre 2016  10:11

“Il futuro nei technical good connessi”

Elena Reguzzoni
“Il futuro nei technical good connessi”

Al momento gli smart appliances valgono il 3% del mercato in Europa e il 5% in Asia, secondo Gfk

Il dibattito sulla smart home, dopo gli anni dell’entusiasmo incondizionato, è normale che sia arrivato a toccare una più concreta verifica che in taluni casi ha portato anche a rivedere le stime di questo mercato. Anche Gfk all’Ifa di Berlino ha toccato l’argomento e ha ribadito che “Il futuro può essere negli technical good connessi” ed evidenziando che questo futuro sarà tanto più promettente tanto più lo sviluppo di device e appliance domestici avverrà propriamente, in primo luogo tenendo conto che i consumatori vogliono prodotti semplici da usare e utili. Natalia Andrievskaya, global director del pannel sui MDA, ha aggiunto: “oggi questo segmento vale il 3% del mercato in Europa e il 5% in Asia e certamente un prezzo medio di circa il 50% più elevato della media sta impattando su una allargata adozione di elettrodomestici intelligenti, assieme allo sviluppo ancora acerbo di un vero e unico network domestico”.

Contenuti correlati : appliance domestici Natalia Andrievskaya elettrodomestici intelligenti smart appliances smart home device Gfk
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

Ricevi la Newsletter!

Consumer Electronics

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

ACCADDE OGGI