02 Marzo 2017  12:58

Il mercato smartphone in Italia nel 2016

Aldo Cattaneo
Il mercato smartphone in Italia nel 2016

comScore delinea un settore in mano ai dispositivi Android e con tre brand che insieme sfiorano la share del 75%: Samsung, Apple e Huawei

Secondo l’ultimo report sullo stato del mercato smartphone in Italia nel 2016 pubblicato da comScore emerge che a dicembre 2016 erano 45,2 milioni di gli italiani che possedevano un telefono cellulare, e di questi il 73% erano in possesso di uno smartphone (+6% rispetto al 2015).

Dei 33 milioni di italiani che hanno uno smartphone, il 71,6% possiede un terminale Android, mentre il 19,2% un iPhone. Windows Phone in Italia rappresenta ben il 7,7%, contro percentuali vicino allo zero registrate in altri paesi. Anche per quanto riguarda gli acquisti effettuati negli ultimi 6 mesi del 2016, la classifica e le percentuali sono praticamente identiche. Sono tre i produttori che hanno in mano quasi i tre quarti del mercato smartphone italiano cioè Samsung, Apple e Huawei, con un dominio prevalente dei dispositivi Android. In questo ecosistema la scelta dei consumatori è caduta su Samsung (29%) e Huawei (22%); LG è al terzo posto staccatissima, con il 4% di share.

La quota di Apple è pari al 19,2% (che sale al 22% tenendo conto degli ultimi 6 mesi dell’anno). Nelle performance di vendita, bene Huawei che nell’ultimo anno fa registrare la crescita maggiore a tripla cifra. Per quanto riguarda il prezzo medio di acquisto in Italia, siamo tra i 125 e i 250 euro per la fascia medio-bassa, e di 400 euro per la fascia dei top di gamma.

 

Contenuti correlati : telefono cellulare comScore smartphone Apple iPhone Samsung Huawei Android
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

Ricevi la Newsletter!

Consumer Electronics

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

ACCADDE OGGI

  • 28 Novembre 2011
    In USA un Black Friday di successo
    Il Black Friday come ogni anno ha aperto la corsa ai consumi natalizi negli Stati Uniti. Per l’occasione tutte le grandi catene hanno offerto grandi...