29 Gennaio 2019  11:14

La posizione di Huawei sul caso “Ms. Meng”

Aldo Cattaneo
La posizione di Huawei sul caso “Ms. Meng”

Meng Wanzhou, chief financial officer e figlia del fondatore di Huawei

Il colosso ha voluto rilasciare una dichiarazione ufficiale sull’arresto della chief financial officer e figlia del fondatore della società e sulle accuse mosse dagli USA

Dopo le vicende che hanno portato all’arresto della manager Meng Wanzhou, chief financial officer e figlia del fondatore di Huawei, il colosso ha voluto rilasciare ai media una dichiarazione ufficiale. “Huawei è delusa nell'apprendere le accuse mosse contro l'azienda oggi. Dopo l'arresto della signora Meng, l’azienda ha cercato l'opportunità di discutere con il Dipartimento di Giustizia l'indagine promossa dal distretto orientale di New York, ma la richiesta è stata respinta senza spiegazione. Le asserzioni contenute nell’indagine su segreti commerciali promossa dal distretto occidentale di Washington sono già state oggetto di una causa civile, risolta dalle parti dopo che una giuria di Seattle non ha riscontrato alcun danno né condotta volontaria e maliziosa riguardo all’accusa di appropriazione di segreti commerciali. La Società nega che essa stessa o la sua controllata o affiliata abbiano commesso alcuna delle supposte violazioni della legge statunitense riportate in ciascuna delle accuse, non è a conoscenza di alcuna violazione da parte della signora Meng, e ritiene che i tribunali statunitensi alla fine giungeranno alla stessa conclusione .”

Contenuti correlati : Meng Wanzhou Huawei arresto usa dazi smartphone 5g
Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi la Newsletter!

Consumer Electronics

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

ACCADDE OGGI