17 Luglio 2008  00:00

Samsung: ex presidente condannato

TCvp

Tre anni di carcere per Lee Kun-Hee

Il tribunale di Seul ha inflitto tre anni di carcere e un’ammenda di 350 miliardi di won, circa 22 milioni di euro all’ex presidente di Samsung, Lee Kun-Hee. L’ex capo del colosso coreano è stato ritenuto colpevole di evasione fiscale ma è stato prosciolto dai capi d’accusa più pesanti (violazione della fiducia ed emissione illegale di obbligazioni convertibili) e ha ottenuto la sospensione della pena per 5 anni. Il processo è durato quattro mesi.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi la Newsletter!

Consumer Electronics

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy