19 Novembre 2019  13:56

Tecnologia di Consumo, primi nove mesi 2019 a -1%

Aldo Cattaneo
Tecnologia di Consumo, primi nove mesi 2019 a -1%

Da gennaio a settembre generato un fatturato complessivo pari a 9,9 miliardi di euro. Bene il ped e il ged, ma soprattutto l’home comfort

Il mercato italiano della Tecnologia di Consumo nel periodo compreso tra gennaio e settembre 2019 ha registrato una leggera contrazione (-1,0% a valore) del, con un fatturato complessivo pari a 9,9 miliardi di euro. È quello che emerge dalle rilevazioni GfK realizzate con metodologia Retail Panel. Le vendite nei punti vendita tradizionali decrescono del 3,5% rispetto ai primi nove mesi del 2018, mentre si conferma il trend positivo del canale online (+14,5%), che arriva a rappresentare il 16,1% delle vendite a valore, nonostante l’alta stagionalità delle vendite su Internet debba ancora arrivare. Il comparto telecom continua la sua performance negativa (-3,8%), pur continuando a essere il più importante per fatturato complessivo del mercato italiano dei Technical Consumer Goods (38,2% del valore,) fa segnare un terzo trimestre ancora negativo. In flessione anche il settore IT/Apparecchiature per l’ufficio (-0,5%), pur confermandosi il secondo settore per share, con una quota pari al 19,1% del totale valore del mercato. Il piccolo elettrodomestico (+7,8%) cresce grazie soprattutto agli ottimi risultati del comparto Home Care, e arriva a rappresentare il 9,5% del totale mercato. Nei nove mesi terminati a settembre si conferma positivo anche il trend del grande elettrodomestico (+2,1%) che arriva a pesare il 14,8% del mercato TCG. Boom del comparto home comfort (trattamento aria, condizionamento, riscaldamento) che registra una crescita del 38,3% nei primi nove mesi del 2019. La destagionalizzazione dei prodotti e una estate particolarmente lunga e calda hanno influenzato positivamente il risultato di questo segmento. L’Elettronica di Consumo (Audio/Video) ha registrato un -6,0% rispetto allo stesso periodo del 2018. Questo comparto e quello della Fotografia (-7,3%) rappresentano i due settori più negativi della Tecnologia di Consumo nei primi nove mesi dell’anno. Per quanto riguarda i canali distributivi, gli Electrical Retailer (Grandi e Piccole superfici specializzate in Elettronica di Consumo), crescono del 2% così come i Mass Merchandiser (+1,9%) che includono anche i Pure Player Specialist. I canali specialistici fanno registrare la performance più negativa (-10,4%) penalizzati soprattutto dagli specialisti in Telefonia. Questi dati negativi non devono far dimenticare l’importanza dell’ultimo trimestre dell’anno che per fatturato generato e potrebbe cambiare il trend dell’intero anno 2019. Lo scorso anno, infatti, la settimana del Black Friday ha fatto registrare una crescita record del +42% per il mercato italiano della Tecnologia di Consumo.

Contenuti correlati : gfk technical consumer goods mercato retail ecommerce
Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi la Newsletter!

Consumer Electronics

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

ACCADDE OGGI

  • 03 Luglio 2006
    Sony: stangata fiscale in Giappone
    Lo scorso venerdì è stato ordinato a Sony di pagare 27,9 miliardi di yen (243 milioni di dollari) in tasse, in relazione a una transazione tra la...