11 Novembre 2013  17:11

Leroy Merlin e Società Umanitaria definiscono la casa di domani

PCAM
Leroy Merlin e Società Umanitaria definiscono la casa di domani

Presentato l’Osservatorio sulla casa. Le abitazioni del futuro dovranno essere comode, risparmiose, attente alla salute di chi vi abita e rispettose dell’ambiente

Si è svolta questa mattina a Milano la presentazione del primo Osservatorio sulla Casa, promosso da Leroy Merlin in collaborazione con Società Umanitaria, storica istituzione milanese, e con il supporto di Doxa. Obiettivo dell’Osservatorio è quello di conoscere i trend dell’abitate di oggi e soprattutto di domani, per adeguare l’offerta commerciale alle mutate esigenze dei cittadini.
A partire dai dati Istat, secondo cui in Italia ci sono circa 29 milioni di case che corrispondono a 25 milioni di famiglie, l’indagine Doxa, basata su oltre 1.000 interviste e incrociata con altre ricerche dell’istituto, ha evidenziato che il 51,3% dei cittadini è soddisfatto della propria abitazione, dove vi rimane per una media di 14 anni. Il 50% vive in circa 100 metri quadri, dotati di due bagni. Nel 26% dei casi tra gli abitanti ci sono degli over 65, che diventeranno il 34% nel 2050, mentre nell’87% delle case le famiglie ospitano figli maggiorenni, perciò le abitazioni devono essere in grado di soddisfare le esigenze di target di età differente.
Cosa conta oggi per gli utenti quando pensano alla casa? Gli aspetti più importanti per gli intervistati (54%) sono il quartiere in cui è inserita, la vicinanza di mezzi di trasporto e di aree verdi. E cosa desidererebbero? Il 36% aspira a dotazioni ecocompatibili capaci di contenere i costi, il 32% vorrebbe eliminare le barriere architettoniche. Dunque, la casa di domani, come dovrà essere? Tecnologica, non solo per una gestione interconnessa degli apparecchi utilizzati, ma anche per l’effetto di magia che la tecnologia può creare in casa, risparmiosa, rispettosa dell’ambiente e della salute delle persone che in essa vivono. In sintesi, la casa del futuro dovrà seguire, sempre secondo l’Osservatorio, quattro direttrici principali: comoda da vivere, costruita in modo da far risparmiare, attenta alla salute di chi vi abita e rispettosa dell’ambiente. Le soluzioni progettuali dovranno dunque tenere conto della necessità di costruire con adeguati isolamenti termici e acustici, migliorando allo stesso tempo la luminosità degli ambienti. A livello di arredo occorrerà trovare soluzioni per rendere più comodi e ottimizzare gli spazi e sfruttare le nuove tecnologie per migliorare la qualità della vita in casa.
Dall’Osservatorio nasce per volontà di Leroy Merlin e Società Umanitaria anche un concorso, dedicato a studenti di Laurea magistrale in Architettura o Ingegneria, di scuole di Design, e a giovani architetti iscritti all’Ordine da gennaio 2011, che entro il 30 aprile 2014 dovranno presentare progetti di contesti urbani che abbiano le caratteristiche emerse dall’Osservatorio. In palio ci sono 10 mila euro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 20 Luglio 2020
    Da insegna a brand
    Se da un lato l’industria non smette di investire per costruire un’identità di marca importante - e le numerose...
Arianna Sorbara - Progetto Cucina

ACCADDE OGGI

  • 19 Settembre 2014
    Arclinea: promozione sulla cucina Gamma
    Arclinea offre ai clienti che scelgono di acquistare una cucina della collezione Gamma un Boscolo Weekend Gourmet, personalizzato Arclinea e pensato...

Ricevi la Newsletter!

Cucine e Built In

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy