10 Aprile 2013  16:28

Le frontiere dell’ecommerce? Mobile e local shopping, crescita e big data

TCer
Le frontiere dell’ecommerce? Mobile e local shopping, crescita e big data

John Donahoe

Questa la visione del CEO di eBay all’annuale conferenza dove parla di un grande ‘colpo di reni’ dei retailer fisici


La prima cosa che evidenzia al suo arrivo sul palco della conferenza annuale John Donahoe, CEO di eBay, è che il panorama del retail è cambiato e “questo è un periodo molto eccitante per chiunque se ne occupi”. Se, infatti, due o tre anni fa i retailer fisici si sentivano assediati o anche messi a rischio dall’avanzata dell’online oggi lo stesso manager sottolinea: “C’è stato un grande colpo di reni dei brick and mortar che in grande parte hanno saputo fare proprio l’ecommerce e le tecnologie digitali, come noi stiamo lavorando a sempre più stretto contatto con i retailer fisici”. Se quindi qualche anno fa si pensava che le reti fisiche sarebbero andate in forte crisi, oggi è sempre più evidente che rimarranno due canali “perché se ci sarà chi arriverà a fare shopping solo on line, ci sarà chi continuerà a considerare lo shopping solo quello fatto nei negozi tradizionali”. Donahoe ha poi elencato quelle che lui ritiene le frontiere dell’ecommerce: da un lato gli acquisti on line saranno sempre più fatti in mobilità, dall’altro sarà sempre più importante per gli e-tailer focalizzarsi anche sulla dimensione locale per cominciare facendo sapere ai propri clienti cosa può essere visionato nel p.v. più vicino a casa e coinvolgendo anche i fornitori e i retailer locali. Ma crescerà anche la dimensione dell’ecommerce con i paesi emergenti e i BRIC a fare da grande traino, ma con essa dovrà svilupparsi la capacità degli e-player di gestire una massa sempre più enorme di dati per dare sempre più servizi e sempre più velocemente ai propri e-shopper. “La chiave di tutto è quindi innovare, innovare” ha concluso il manager.

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.