12 Maggio 2015  10:08

Donà (Fox): “Awareness ancora troppo bassa sull’offerta digitale”

Antonio Allocati
Donà (Fox): “Awareness ancora troppo bassa sull’offerta digitale”

Una tavola rotonda sul business dell’online per l’home entertainment nell’ambito di UniVision Days

Si è volta ieri, nell’ambito di UniVision Days, una tavola rotonda incentrata sul business dell’home entertainment digitale e sul ruolo delle piattaforme distributive nell’offerta futura. Hanno partecipato all’incontro Gianmaria Donà dalle Rose, ad 20Th Fox Home Entertainment e vicepresidente Univideo, Stefano Parisi (presidente Chili Tv), Federica Tremolada (Content Partnerships Manager di Google Play/YouTube) e Letizia della Luna, di MyMoviesLive. Dopo l’introduzione di Lorenzo Ferrari Ardicini, presidente Univideo e vicepresidente CG Entertainment, Donà dalle Rose, ha ribadito l’importanza e la strategicità di questo business model per la major. “Attualmente”, ha precisato Donà, “per Fox il business digitale, se teniamo conto di Italia e Spagna, vale circa il 35% del nostro fatturato. L’obiettivo che ci poniamo è quello di ottimizzare ulteriormente questo mix. Oggi, registriamo un buon andamento, oltre che del Vod, anche del Download to Own parlando delle diverse modalità di sfruttamento”.

 

Nell’ottica di dare ai consumatori un’esperienza sempre più soddisfacente Donà ha illustrato, tra le altre cose, anche una recente iniziativa di Sky Uk che ha consentito grazie alla modalità buy&tip di ottenere, insieme alla fruizione di un titolo in modalità Vod anche lo stesso film successivamente in formato fisico. “Tenendo conto che il supporto tradizionale”, ha concluso Donà, “non morirà di certo, dobbiamo far comunque crescere l’awareness – ancora troppo bassa – rispetto all’offerta digitale disponibile. Oggi c’è tutto praticamente disponibile sulle piattaforme online, ma ancora pochi lo sanno. La mappa dei contenuti (http://www.mappadeicontenuti.it/) è uno strumento che può fare molto in questo senso”.

 

Stefano Parisi, presidente di Chili Tv ,dal canto suo ha evidenziato la crescita della sua piattaforma nei mercati stranieri: Chili Tv è disponibile anche in Austria, Germania, Polonia ed entro l’estate anche in Uk. “La crescita prevista in Europa del business online”, ha aggiunto Parisi “avverrà a tassi molto i più importanti rispetto agli Usa, negli anni a venire. Saranno decisivi in ogni caso i prossimi anni, da oggi al 2018”. E nel corso dell’incontro si è parlato anche di un tema sempre dibattuto come quello delle windows tra i diversi sfruttamenti a partire dal theatrical . “Un problema”, secondo Parisi, “da risolvere assolutamente, e la cui soluzione “avverrà quando finalmente ci si renderà conto che con l’attuale sistema si perdono occasioni di business”. In tema pirateria, infine, è da segnalare l’intervento di Federico Bagnoli Rossi, segretario generale Fapav che ha ricordato come, a un anno dall’entrata in vigore del provvedimento Agcom, il bilancio per Fapav è positivo e parla “della chiusura di 19 siti illegali”.

Contenuti correlati : Gianmaria Donà dalle Rose 20Th Fox windows business online home entertainment UniVision Days Stefano Parisi Chili Tv Univideo

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Homevideo

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy