02 Ottobre 2013  11:58

UE, la proprietà intellettuale garantisce il 35% dell’occupazione

THAA
UE, la proprietà intellettuale garantisce il 35% dell’occupazione

Un nuovo studio evidenzia come le industrie che basano l’attività sul copyright abbiano un ruolo fondamentale nell’economia europea

È stato pubblicato un nuovo studio dal titolo “Intellectual Property Rights Intensive Industries: Contribution to Economic Performance and Employment in Europe” (consultabile interamente a questo indirizzo http://www.epo.org/) con l’obiettivo di rimarcare, ancora una volta, l’importanza anche sul piano strettamente economico della proprietà intellettuale.
Dallo studio (redatto dall’Ufficio europeo dei brevetti e dall’Ufficio per l’armonizzazione nel mercato interno) si evince che il 39% dell’attività economica complessiva dell’Unione Europea ruota attorno a industrie che basano la propria attività in gran parte sui diritti di proprietà intellettuale. Queste industrie generano direttamente circa il 26% di tutti i posti di lavoro nell’UE (ossia 56 milioni) più un altro 9% derivante dall'indotto. Globalmente si parla indicativamente di un fatturato di circa 4.700 miliardi di euro all’anno.

Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

ACCADDE OGGI

  • 26 Ottobre 2009
    Bondi si congratula con Blandini
    Il ministro per i Beni e el Attività Culturali, Sandro Bondi, si è congratulato con il direttore generale cinema, Gaetano Blandini, nominato direttore...

Ricevi la Newsletter!

Homevideo

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy