27 Febbraio 2017  11:52

Campo Dall’Orto contro il tetto alle star

TV Eliana Corti
Campo Dall’Orto contro il tetto alle star

Rai diventerebbe “subalterna” alle altre aziende presenti nel mercato

 

Il tetto ai compensi degli artisti «metterebbe oggettivamente la Media Company di Servizio Pubblico in una condizione di subalternità rispetto alle altre aziende presenti nel mercato, limitandone al contempo la libertà e la possibilità di svolgere appieno il compito assegnatole»: è quanto scrive il dg Rai, Antonio Campo Dall’Orto, sulle pagine de “la Repubblica”, rispondendo a un articolo di Natalia Aspesi. Il timore del manager è che alti player possano accaparrarsi i talent Rai: «L’offerta è ricca e tutti gli editori televisivi mostrano capacità ideativa e solidità economica. Credere che nessuno sia disposto a fare offerte adeguate al valore dei nostri talenti non risponde alla realtà dei fatti».

Campo Dall’Orto ha ricordato quanto fatto finora dalla Rai, dal cambio dei direttori di rete, al lancio di RaiPlay e oltre 40 nuovi programmi. Ma, rinunciare ai volti storici sarebbe un errore. «In anni di esperienza in questo campo ho maturato la convinzione che siano proprio i volti a stabilire un rapporto con il pubblico, in special modo per i cittadini meno avvezzi al cambiamento» e pertanto, «I volti affermati giocano un ruolo cruciale in questo». «Non vorremmo», conclude, «che alla fine tra populismo e pauperismo il risultato fosse la penalizzazione del merito. Con la conseguenza dell’esclusive del Servizio Pubblico dal ruolo guida che ha e deve avere, come principale industria culturale del Paese». Il tetto ai compensi dei talent verrà applicato a partire da aprile in via preventiva, in assenza di risposte del Mef in merito. Secondo “la Repubblica”, il Governo sarebbe al lavoro sul tema.

Contenuti correlati : Campo Dall’Orto star Rai compensi stipendi budget artisti
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 05 Giugno 2020
    La TV specchio del futuro
    Karl Popper sosteneva che il futuro fosse aperto, che dipende dalle nostre azioni, che a loro volta dipendono dai nostri...
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 12 Luglio 2010
    L’Aiart contro il wrestling su K2
    «Il wrestling sia trasmesso la sera, ma non di certo all’ora di pranzo la domenica quando le famiglie sono riunite e quando i piccoli hanno accesso...

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy