17 Ottobre 2017  10:41

Mia 2017: all’Italia serve un vero star system

Matteo T. Mombelli
Mia 2017: all’Italia serve un vero star system

L'attrice Jasmine Trinca, per Francesco Rutelli (Anica) e Giancarlo Leone (Apt) è un punto di forza per lo star system italiano (foto © Getty Images)

Prime anticipazioni dal Mia, in programma a Roma dal 19 al 23 ottobre. Anica e Apt: segnali positivi dall’audiovisivo italiano, ma “servono nomi di attori noti all’estero”

Serie Tv a gonfie vele, bene la commedia – sempre più forte oltreconfine – e il fantasy – dove le produzioni del nostro Paese acquistano rilevanza internazionale –, ma al mercato audiovisivo italiano manca ancora qualcosa per sfondare a livello internazionale.

È il quadro tracciato da Anica e Apt alla vigilia del Mia, il Mercato dell’audiovisivo in programma a Roma dal 19 al 23 ottobre e che vedrà la presenza delle più importanti realtà dell’industria mondiale, da Hbo a Bbc, da Vice a Fox, da Channel 4 a Cbs. Secondo Francesco Rutelli, a capo dell’Anica, e Giancarlo Leone, alla guida dell’Apt, il vero problema italiano è lo start system, che va rinforzato e ringiovanito: “Servono nomi di attori noti all’estero”, affermano in un articolo pubblicato da La Stampa. “Un ottimo esempio è Jasmine Trinca, ma bisogna incrementare”.

Contenuti correlati : Francesco Rutelli Anica Apt Giancarlo Leone Mia
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 29 Gennaio 2021
    La nuova televisione al giro di BOA
    L’assunto è certo: causa pandemia gli ascolti sono cresciuti e la pubblicità è diminuita. Ergo, mentre la tv funziona...
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy