12 Novembre 2015  10:57

Rai: Vigilanza per il tetto agli stipendi

TV Eliana Corti
Rai: Vigilanza per il tetto agli stipendi

Voto unanime in commissione. Intanto, la Corte di Cassazione dice sì al risarcimento per i manager “parcheggiati”

La commissione di Vigilanza Rai ha votato a favore dell’applicazione del tetto di 240mila euro alle retribuzioni dei dipendenti Rai. Il parere non è vincolante, ma essendo stato votato all’unanimità è connotato da un forte peso politico. La commissione intende così vanificare la deroga al tetto prevista alle aziende che emettono bond. Ieri, inoltre una circolare della ministra Madia ha cancellato la durata massima di un anno per gli incarichi conferiti a pensionati in società controllate dallo Stato. Si “salvano” così anche i quattro consiglieri Rai (Carlo Freccero, Arturo Diaconale, Guelfo Guelfi e Giancarlo Mazzucca) che in base alla precedenti disposizioni avrebbero dovuto lasciare il consiglio dopo un anno. Resta invece il limite di un anno per incarichi dirigenziali per gli over65. Sulla Rai si staglia però un altro ostacolo: la Corte di Cassazione ha respinto il ricorso dell’azienda contro la decisione della Corte d’appello di Roma, che aveva stabilito un risarcimento di 170mila euro per danni professionali nei confronti di Sandro Testi, nominato condirettore di RaiInternational, ma senza mansioni effettive. Rai dovrà quindi pagare un risarcimento per la protratta inattività del giornalista, “parcheggiato” in azienda per circa 10 anni (la somma equivale al 30% dello stipendio del manager, circa 11mila euro mensili, per ogni mese di inattività). La sentenza potrebbe aprire le porte a numerosi contenziosi per situazioni simili e che coinvolgono giornalisti e manager per i quali risulta difficile la ricollocazione con incarichi equipollenti alle loro precedenti mansioni.

 

Contenuti correlati : Vigilanza Rai manager stipendi

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 24 Marzo 2020
    Dentro al format del Covid-19
    Siamo finiti dentro il format del coronavirus quasi senza saperlo. E il genere di questo virus, che dopo la Cina ha preso
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy