22 Giugno 2020  09:01

Vivendi-Mediaset: un’altra vittoria per il Biscione

Eliana Corti
Vivendi-Mediaset: un’altra vittoria per il Biscione

©UsMediaset

Il Tribunale di Milano rigetta il reclamo dei francesi

Il Tribunale di Milano ha rigettato i reclami presentati da Vivendi e da Simon Fiduciaria contro il provvedimento di primo grado emesso dallo stesso Tribunale il 3 febbraio scorso, con il quale venivano respinte le richieste cautelari francesi per la sospensione delle delibere Mediaset che davano vita a Mfe – Media for Europe (votate dall’assemblea il 4 settembre 2019 e 10 gennaio 2020). Il comportamento di Vivendi è stato pari a quello di un concorrente, e non quello di un socio, secondo i giudici Milanesi. «Vivendi si pone obiettivamente in situazione di potenziale conflitto con Mediaset sul piano dell'espansione nei mercati europei dei media. Ne consegue che valutata la posizione delle due società è facile riconoscere che Vivendi ben può trovare funzionali ai suoi amplissimi interessi strategie di limitazione e compressione dell'attività di Mediaset», si legge nella delibera riportata dal comunicato Mediaset. Secondo i giudici, inoltre, il progetto Mfe sarebbe stato accolto favorevolmente dal mercato, a differenza della tesi di Vivendi: «Risulta del tutto priva di fondamento l'affermazione delle reclamanti secondo cui l'operazione in questione sarebbe unanimemente criticata da advisor indipendenti».«L'operazione di Fusione presenta una consistente razionalità economica e commerciale e costituisce per il gruppo Mediaset un importante obiettivo strategico per costituire un player leader nel mercato europeo della comunicazione e dei media».

Contenuti correlati : mediaset vivendi simon fiduciaria mef media for europe
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 07 Ottobre 2020
    New Normal, NEW TV
    C’è un’espressione ricorrente in queste settimane di ripresa autunnale, seguita al terribile lockdown del Paese, ed è New Normal.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 01 Dicembre 2008
    Sky Italia: il Governo aumenta l’Iva
    Dal primo gennaio 2009 l’Iva sulla pay tv passerà dal 10 al 20%. È quanto è stato previsto dal decreto anti-crisi varato dal Governo venerdì.

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy