16 Gennaio 2019  13:59

RockStar Games risponde alle accuse di Pinkerton

Matteo Bonassi
RockStar Games risponde alle accuse di Pinkerton

 

L’agenzia investigativa americana ha fatto causa allo sviluppatore per essere stata citata all’interno del videogame Red Dead Redemption 2

 

Pinkerton Consulting & Investigation, una delle più antiche agenzie di sicurezza americane (nata nel 1870) ha fatto causa a RockStar Games per l’utilizzo non autorizzato del proprio nome all’interno del videogame blockbuster Red Dead Redemption 2. La risposta di RockStar però non si è fatta attendere: la società è in possesso infatti di un documento legale vidimato dalla New York District Court in cui si stabilisce che i riferimenti alla Pinkerton Detective Agency sono coperte dal primo emendamento riguardo alla libertà di espressione. E dove inoltre viene specificato che non si possono avanzare pretese per il trademark su fatti storici che coinvolgono l’agenzia. La richiesta di Pinkerton punta a ricevere delle royalties per ogni copia del gioco venduta.

Contenuti correlati : Pinkerton Rockstar Red Dead Redemption videogiochi causa royalties

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Consumer Electronics

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy