01 Aprile 2016  11:17

Bonus Mobili e Arredo: decade la trattenuta dell’8% a carico del venditore

Silvia Mussoni
Bonus Mobili e Arredo: decade la trattenuta dell’8% a carico del venditore

L’Agenzia delle Entrate spiega l’operatività dell’agevolazione fiscale per giovani coppie

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato un documento che illustra nel dettaglio l’operatività del bonus Arredo rivolto alle giovani coppie , introdotto dalla Legge di Stabilità, e che ribadisce la proroga del bonus Mobili e grandi Elettrodomestici e delle detrazioni per le spese sostenute per il recupero del patrimonio edilizio. Il documento (che trovate in allegato, sotto) presenta una novità: per usufruire del bonus Arredo rivolto alle giovani coppie e del bonus Mobili ed Elettrodomestici non è necessario utilizzare il bonifico soggetto a ritenuta dell’8% a carico del venditore, come previsto invece fino al 2015 per il bonus Mobili. Spiega il documento dell’Agenzia delle Entrate: “Per la fruizione della detrazione è necessario che il pagamento sia effettuato mediante bonifico o carta di debito o credito. In particolare, se il pagamento è disposto mediante bonifico bancario o postale non è necessario utilizzare il bonifico appositamente predisposto da banche e Poste SpA per le spese di ristrutturazione edilizia (bonifico soggetto a ritenuta). Si ritiene, peraltro, per motivi di semplificazione, che tale modalità di pagamento possa essere utilizzata anche per le spese che danno diritto al c.d. ‘bonus Mobili e Grandi Elettrodomestici’. Sono, quindi, superate le precedenti indicazioni con riferimento all’utilizzo del citato bonifico soggetto a ritenuta”. Federmobili sottolinea che sono dunque state accolte “tutte le istanze” presentate dalla federazione. FederlegnoArredo valuta positivamente il bonus Arredo per le giovani coppie. Dichiara il presidente Roberto Snaidero: “Siamo molto soddisfatti che il Governo e l’Agenzia delle Entrate abbiano colto queste opportunità favorendo un’interpretazione più allargata del provvedimento».

Relativamente al bonus Arredo per giovani coppie, si precisa che possono beneficiare della detrazione d’imposta del 50% per un ammontare massimo di 16 mila euro coppie coniugate oppure conviventi more uxorio (in questo secondo caso, da almeno 3 anni) in cui almeno uno dei membri abbia meno di 35 anni (o che li compia nell’arco del 2016). Altra condizione imprescindibile è che la coppia acquisti un immobile da adibire a prima casa. L’acquisto può essere effettuato anche solo da uno dei due membri della coppia, purché sia quello “giovane”, e deve essere effettuato nel 2016, ma si prevede anche che possa essere stato fatto nel 2015 (purché i mobili da detrarre siano acquistati nel 2016). Per quanto riguarda i beni le cui spese si possono detrarre, figurano ad esempio “letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, nonché i materassi e gli apparecchi di illuminazione che costituiscono un necessario completamento dell’arredo dell’immobile”. Si precisa che i mobili devono essere nuovi e che non sono agevolabili elettrodomestici, porte, pavimentazioni, tende e complementi di arredo. Infine si ribadisce che questa detrazione non è cumulabile con il bonus Mobili.

In allegato, in formato pdf, il documento dell’Agenzia delle Entrate

 

Contenuti correlati : bonus Arredo giovani coppie bonus Mobili Elettrodomestici Agenzia delle Entrate
Iscriviti alla nostra newsletter

Comments

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 29 Giugno 2020
    Una nuova linfa
    “È nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera sé stesso senza essere superato”.
Arianna Sorbara Ab - Abitare il bagno

ACCADDE OGGI

  • 20 Settembre 2016
    Cresce la voglia di investire nella casa
    Prosegue la corsa al mattone iniziata a partire dal 2015. Anche nel primo semestre 2016 l’Agenzia delle Entrate ha rilevato un aumento delle...

Ricevi la Newsletter!

Bagno

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy