04 Aprile 2018  11:23

Salone del Bagno: parla il retail (1a parte)

Antonio Allocati
Salone del Bagno: parla il retail  (1a parte)

Da sinistra: Marco Ferrari di Caielli e Ferrari (Vergiate – Va); Mattia Carboni di Carboni (Correggio - Re) e Michela Della Fiore di Della Fiore (Pavia)

Una selezione di retailer, in attesa dell'evento, ci dà il punto di vista e soprattutto i suggerimenti, rivolgendosi all’organizzazione e alle aziende che saranno protagoniste, per rendere la manifestazione ancora più vicina alle esigenze dei rivenditori. Ecco la prima parte

Marco Ferrari, ad di Caielli e Ferrari (Vergiate – Va)

Trovo che il Salone sia l’appuntamento Italiano più importante per il settore del design, con opportunità di confronto con altre realtà. Coinvolge tutta la città non limitandosi alla sola Fiera, ma tantissimi eventi e allestimenti fanno da contorno e rendono Milano sempre viva. Probabilmente si potrebbe aggiungere qualche incontro con designer di tendenza, per poter accogliere appieno le idee e innovazioni. Qualche spazio dimostrativo potrebbe essere dedicato ai programmi d’arredamento virtuale che, noi del retail, sempre più utilizziamo nei nostri showroom per poter dare al cliente una visione quasi realistica del progetto finito. Comunque, a mio avviso rimane l’appuntamento irrinunciabile per chi vuole essere aggiornato sulle nuove tendenze del design.

Mattia Carboni, responsabile showroom di Carboni (Correggio - Re)

Appuntamento imprescindibile per comprendere le nuove tendenze; io e la nostra forza vendita infatti partecipiamo sempre. Le caratteristiche principali - forte vocazione all’innovazione e internazionalità – sono forse anche gli elementi che lo rendono ancora un po’ distante dall’essere “b2b oriented”. Ma sono molto confidente sul fatto che, sfruttando il trend finalmente positivo del mercato italiano, l‘edizione 2018 metterà in mostra prodotti pensati non solo per l’estero ma che arriveranno sul nostro mercato in tempi brevi e per un target che non sia solo il progettista. Quindi, sarà ancora più interessante per noi rivenditori.

Michela Della Fiore, responsabile vendite di Della Fiore (Pavia)

Attualmente è la fiera più importante del nostro settore, sia in ottica B2b sia B2c: ha una essenziale valenza internazionale per il Made in Italy ed è il vero punto di intersezione tra il marketing digitale e quello tradizionale. Mi piacerebbe che gli investimenti che i vari brand sostengono per questo evento possano avere ancora un impatto maggiore, magari coinvolgendo ancora di più le nostre sale mostra. Che, dunque, diventerebbero “satelliti” di questo importante evento.

Contenuti correlati : salone del bagno caielli e ferrari carboni della fiore retail trade fiera

EDITORIALISTI

  • 11 Dicembre 2019
    Nuovi Codici
    Uno dei plus della nostra industria è la capacità di saper dare risposte veloci al mercato. E negli ultimi anni, complice...
Arianna Sorbara Ab - Abitare il bagno

ACCADDE OGGI

  • 26 Gennaio 2012
    Numeri in crescita per Imm Cologne 2012
    1.157 aziende provenienti da 54 paesi, 240.000 metri quadri di superficie espositiva, 115.000 visitatori dei quali il 42% proveniente dall’estero.

Ricevi la Newsletter!

Bagno

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy