04 Dicembre 2015  17:23

Agcom, la soddisfazione della Fapav

Antonio Autieri
Agcom, la soddisfazione della Fapav

Federico Bagnoli Rossi

Per il segretario generale Bagnoli Rossi, la Corte costituzionale ha confermato l’impianto normativo del Regolamento

Il pronunciamento della Corte Costituzionale, che ha dichiarato inammissibili le richieste formulate dal TAR del Lazio sulla costituzionalità delle norme alla base del Regolamento Agcom, viene accolto con grande favore dalla Fapav: «Si tratta – ha dichiarato Federico Bagnoli Rossi, segretario generale della Federazione – di una sostanziale conferma dell’impianto normativo che ribadisce la validità dello strumento amministrativo per la tutela sul web delle opere d’ingegno. Il Regolamento Agcom consente di tutelare i contenuti in maniera efficace e soprattutto in tempi ragionevoli. Come FAPAV utilizziamo con regolarità il Regolamento ed abbiamo ottenuto solo nel 2015 24 blocchi di siti e portali che diffondevano sul web contenuti audiovisivi senza autorizzazione. Ribadiamo l’auspicio, anche in questa occasione, che l’Autorità possa dare seguito all’implementazione del blocco congiunto IP e DNS per una maggiore azione di tutela delle opere».

Bagnoli Rossi auspica dunque che, dopo questa pronuncia, «i soliti “detrattori” del Regolamento inizino ad apprezzare favorevolmente l’eccellente lavoro svolto dall’Autorità per la tutela dei contenuti».

Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 14 Dicembre 2020
    E ora?
    Cosa fare ora che il Natale è perso, che i cinema (se non ci comporteremo bene durante le festività) riapriranno verso...
Paolo Sinopoli

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy