19 Maggio 2000  00:00

Cannes: un mercato troppo lungo

(stradi)

È questo il parere di Roberto Di Girolamo (Filmexport). Che, comunque, è soddisfatto delle vendite effettuate con Germania e Spagna

“Non posso lamentarmi di questa edizione del Marché”, ha dichiarato a e-duesse Roberto Di Girolamo, presidente di Filmexport Group. “Gli affari più importanti li abbiamo chiusi dopo quattro o cinque giorni. Ma ci tengo a sottolineare che quello di Cannes è un mercato troppo lungo. Dieci o undici giorni sono difficili da sostenere. Da tempo, inoltre, dico che anche tre mercati internazionali sono troppi”. E per quanto riguarda i film? “Abbiamo chiuso pacchetti interessanti con Germania, Giappone e Spagna. Interessanti anche le vendite de ‘La carbonara’, commercializzata proprio in Spagna. Per il resto abbiamo ottimizzato e chiuso accordi già avviati nei mesi scorsi per ‘Trasgredire’ di Tinto Brass e per ‘Guardami’ di Davide Ferrario. In generele devo aggiungere, però, che tutto il mercato europeo è interessato alla commedia italiana come tipo di prodotto”.

Iscriviti alla nostra newsletter

EDITORIALISTI

Paolo Sinopoli

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy