19 Febbraio 2008  00:00

Cinema: Cecchi Gori, la library vale 40 milioni di euro

BOsm

La seconda tranche della cineteca che comprende 700 titoli dovrebbe essere messa all’asta in aprile

Una perizia del Tribunale di Roma ha stabilito che vale circa 40 milioni di euro la library di Finmavi, la società di Vittorio Cecchi Gori fallita nel 2006. Fanno parte di questa seconda tranche della cineteca del manager toscano circa 700 film tra cui ‘La vita è bella’ di Roberto Benigni e ‘Mediterraneo’ di Gabriele Salvatores. I diritti di sfruttamento in tv e al cinema di questi titoli dovrebbero essere messi all’asta in aprile. Una prima tranche della library era già andata lo scorso marzo 2006 a Rti Mediaset, per un valore pari a 6 milioni di euro. E' intanto slittata l'asta fallimentare per l'assegnazione del 75% di Finmavi, sulla quale mantiene diritto di prelazione Cecchi Gori Home Video, già proprietaria di una percentuale di Finmavi. La gara, che era stata fissata per lo scorso 13 febbraio, è stata rinviata dal giudice fallimentare del Tribunale di Roma Fabio Miccio per mancanza di partecipanti. La base d'asta era stata fissata a 5 milioni di euro con rilanci minimi di 25mila euro.

EDITORIALISTI

  • 11 Marzo 2020
    Lezione coreana a Hollywood
    La vittoria di Parasite di Bong Joon-ho agli Oscar è stata davvero dirompente. Non ci sono altri aggettivi, tanto è...
Stefano Radice

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy