16 Novembre 2006  00:00

Cinema: la Corte dei conti ammonisce Cinecittà Holding

BOmv

La società pubblica deve tagliare gli sprechi e uscire dalle partecipazioni non in linea con la mission aziendale

La Corte dei conti ammonisce Cinecittà Holding, invitandola a tagliare gli sprechi e a uscire da partecipazioni non in linea con la mission del gruppo pubblico, accogliendo l’indirizzo precedentemente indicato dal Ministero per i Beni e le Attività culturali. L’organo amministrativo, nella relazione sulla gestione finanziaria per gli esercizi 2004 e 2005, punta il dito soprattutto sulla partecipazione della Holding in Cinecittà Multiplex, società di esercizio messa in liquidazione nel novembre 2000, ma la cui pratica risulta ancora aperta con spese legali che hanno superato i 90mila euro. Sotto accusa anche la partecipazione in Mediaport, definita dalla Corte dei conti “superflua”; la società ha saldi in negativo dal 2003 e dal 2004 è stata affiancata, con gli stessi obiettivi, da Cinecittà Cinema.

EDITORIALISTI

Stefano Radice

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy