06 Settembre 2017  12:41

Cinemanchìo, rendere accessibile il cinema alle persone con disabilità

Redazione
Cinemanchìo, rendere accessibile il cinema alle persone con disabilità

Presentato il progetto alla Mostra di Venezia

È stato presentato a Venezia nei giorni scorsi, all’interno della 74ª Mostra del Cinema, il Progetto Cinemanchìo, ideato per rendere accessibili i prodotti culturali a persone con disabilità sensoriale e cognitiva. Cinemanchìo è stato realizzato dalla sinergia tra le associazioni Consequenze, Torino + Cultura Accessibile Onlus, Blindsight Project Onlus e Red, che da anni lavorano a progetti con questa finalità, e sviluppato per garantire a centinaia di migliaia di persone la partecipazione attiva e continuativa all’offerta culturale in Italia, attraverso la sottotitolazione per persone sorde e ipoudenti, l’audiodescrizione per persone cieche e ipovedenti e l’adattamento ambientale delle sale cinematografiche per le persone con disabilità cognitive. Inoltre Cinemanchìo mira a stimolare la messa a sistema del proprio modello sensibilizzando il legislatore al perfezionamento della recente Legge Cinema e il mondo della produzione, distribuzione e degli esercenti cinematografici per realizzare in modo sistemico la resa accessibile del prodotto filmico.

La proposta di Cinemanchìo si concretizza in vari punti: realizzazione di sottotitolaggio e audiodescrizione per almeno 40 film a stagione; organizzazione di proiezioni con Friendly Autism Screening (una domenica al mese); creazione di una struttura formativa per il sottotitolaggio e l’audiodescrizione e per altre attività correlate e realizzazione di un festival tematico internazionale. Cinemanchìo sarà partner ufficiale della prossima Festa del Cinema di Roma e del Torino Film Festival.

Il progetto pilota prevede la realizzazione di percorsi di accessibilità in quattro importanti città italiane. La partenza è imminente, con la resa accessibile di La musica del silenzio, il film biografico sul tenore Andrea Bocelli diretto da Michael Radford e interpretato da Antonio Banderas e Luisa Ranieri, distribuito da QMI Stardust dal 18 settembre. Del film ci saranno proiezioni Friendly Autism screening per i bambini la domenica mattina nel circuito UCI. Il progetto ha il patrocinio del Mibact, il sostegno della Siae e si avvale della partnership sociale di ANGSA - Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici ed è realizzato in collaborazione con UCI Cinemas. Promotore e coordinatore del progetto è Stefano Pierpaoli, impegnato nello sviluppo di modelli culturali inclusivi da oltre dieci anni.

La nuova legge cinema approvata a novembre 2016, fra l’altro, per la prima volta promuove interventi a favore delle persone con disabilità, «con particolare riferimento all'uso di sottotitoli e audiodescrizione».

Contenuti correlati : Cinemanchìo cinema disabilità accessibilità Mostra di Venezia

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

Stefano Radice

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy