18 Febbraio 2008  00:00

Deloitte: sette brand high-tech nei primi dieci produttori al Mondo

TCer

Lo evidenzia la seconda edizione dello studio sui migliori 250 produttori di beni di consumo

La seconda edizione dello studio “Global powers of consumer products industry”, che ha stilato la classifica dei migliori 250 produttori di beni di consumo a livello mondiale sulla base delle vendite registrate nell’anno fiscale 2006, ha riportato nelle prime dieci posizioni sette aziende high tech. Precisamente, HP in seconda posizione con vendite nette per oltre 91 miliardi di dollari (pari a oltre 62 miliardi di euro), Samsung Electronics in terza con oltre 90 miliardi di dollari (pari a circa 62 miliardi di euro) e il gruppo Matsushita Electric Industrial in quinta con circa 78 miliardi di dollari (pari a oltre 53 miliardi di euro). Inotre, dal settimo al decimo posto troviamo, in ordine: Sony, Toshiba, Dell e Nokia. Lo studio evidenzia che nonostante il 16% dei player ha registrato una diminuzione del proprio giro d’affari le vendite sono cresciute dell’8,4% e le prime dieci realtà da sole hanno apportato il 28% del valore con un margine di profitto pari a 7,4% contro il 6% medio. Dario Righetti, partner di Deloitte e responsabile per il mercato dei beni di consumo in una nota ha spiegato che “la sfida più importante per le aziende statunitensi e europei sarà quella di identificare mercati che presentano nuove opportunità, visto che è in corso un vero e proprio cambiamento nei consumi a livello globale e la liquidità delle classi medie dei Paesi emergenti è in continua crescita. Le aziende produttrici più dipendenti dal mercato dei Paesi industrializzati potrebbero trovarsi a fronteggiare un periodo di crisi”.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi la Newsletter!

Consumer Electronics

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

ACCADDE OGGI

  • 01 Giugno 2018
    Amazon domina il mercato Usa
    Nell’eCommerce statunitense Amazon occupa un ruolo di assoluta predominanza. Nel report annuale Internet Trends, Kleiner Perkins ha infatti citato...