03 Aprile 2017  10:35

Facebook si conferma il social più usato

Gianfranco Caccamo
Facebook si conferma il social più usato

Tinder, seguito da Snapchat, Pinterest e Twitter, sono invece i social più abbandonati

Facebook è il social per eccellenza, il più utilizzato in Italia, quello per cui dedichiamo più tempo, ma i canali di comunicazione più tradizionali come la televisione e i magazine “continuano a mantenere una forte credibilità anche tra gli utenti del web”. È quanto emerge dalla ricerca "Italiani e Social Media” di Blogmeter. Inoltre, secondo l’indagine “tv e stampa sono ritenuti assolutamente credibili per informarsi, mentre al contrario si ritiene poco affidabili Facebook, YouTube e i Blog. Quando però si tratta di acquistare, i canali che gli italiani digitalizzati considerano più attendibili sono i siti di acquisti online (Amazon e Ebay) e siti di recensione (TripAdvisor), e non più quindi la tv e la stampa”.

Dalla ricerca è emerso che vi sono due differenti tipi di social, quelli di ‘cittadinanza’, ovvero i social che si utilizzano frequentemente e naturalmente Facebook è il maggiore rappresentate – ben l’84% degli intervistati ha dichiarato di utilizzarlo più volte al giorno; gli altri sono YouTube, Instagram e Whatsapp. Ci sono poi i social ‘funzionali’, ovvero che soddisfano un need specifico, e sono Google Plus, Twitter e Linkedin e rispettivamente il 40%, il 35% e il 31% degli intervistati afferma di usarli saltuariamente.

Se da un lato ci si iscrive per curiosità e interesse (il 21% degli utenti), o per la creazione di relazioni nuove e personali (17%), o per svago o piacere (14%). Dall’altro, la ricerca evidenzia che gli italiani non hanno remore di disiscriversi, e il social più abbandonato è Tinder, 3,5 italiani su 10 ha dichiarato di essersi iscritto e poi cancellato. Seguono Snapchat, con il 25%, Pinterest e Twitter, con il 10%. L’utilizzo dei social dipende anche dall’età. Come era prevedibile, se i giovani ne utilizzano un numero superiore (fino a sette), da adulti (dai 45 anni in su) si riduce a due soli canali. In particolare i giovanissimi (15 e i 17 anni) dedicano più tempo a Instagram e YouTube, ma al crescere dell’età subentra Facebook (18-24).

Contenuti correlati : Blog Ebay TripAdvisor Whatsapp Google Plus Tinder Social Media Blogmeter Facebook YouTube Amazon Instagram Twitter Linkedin Snapchat Pinterest

Ricevi la Newsletter!

Consumer Electronics

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

ACCADDE OGGI

  • 13 Dicembre 2011
    Nasce Confindustria Digitale
    E’ stata presentata ufficialmente oggi a Milano Confindustria Digitale, la nuova federazione che raggruppa in un’unica rappresentanza industriale...