29 Aprile 2016  11:34

L’HV nel 2015 è tornato a crescere

Elena Reguzzoni
L’HV nel 2015 è tornato a crescere

Vendite a +5,1%, digitale e l’on line in forte ascesa, l’eldom si conferma nei supporti fisisi il canale principale con una share di quasi il 46%

Torna a crescere in Italia il settore Home Video, è quello che conferma Rapporto Univideo 2016 sull’Home Entertainment in Italia, elaborato in collaborazione con GfK Italia. Dopo anni di profonda crisi e un 2014 di sostanziale stabilità, nel 2015 il settore ha sviluppato un giro d’affari pari a 368 milioni di euro, segnando una crescita complessiva del 5,1% rispetto all’anno precedente. Soddisfazione per i dati raccolti nel Rapporto è stata espressa dal presidente di Univideo Lorenzo Ferrari Ardicini. «Il nostro – afferma - è l’unico Paese in Europa a registrare un trend positivo nelle vendite di DVD e Blu-ray, confermato anche dai dati dei primi tre mesi del 2016: da gennaio a marzo sono tornate a crescere le vendite di novità, grazie ad un trimestre particolarmente ricco di uscite di successo, il Blu-ray prosegue la tendenza del 2015, con una crescita in doppia cifra (+15,7% in valore). Infine, dopo anni di contrazione, anche i prezzi tornano a salire rispetto a quelli osservati nel primo trimestre 2015». Con 332 milioni di euro di fatturato tra vendita e noleggio di DVD e Blu-ray (+2,2%), il supporto fisico traina l’intero comparto dell’home entertainment. Tra i supporti fisici torna a crescere il DVD, ma il formato Blu-ray comincia ad imporsi, conquistando il 24% del fatturato, con una crescita del 20,8% rispetto al 2014, anche grazie al livellamento dei prezzi rispetto al DVD: dal 2008 ad oggi il prezzo del Blu-ray si è infatti pressoché dimezzato.Il digitale (Video on Demand e Electonic sell-through) si conferma in forte ascesa (+ 42%), contribuendo per 36 milioni di euro al risultato complessivo dell' Home Video, ovvero al 9,7% del valore totale. «Siamo convinti che nei prossimi anni il digitale conquisterà ulteriori fette di mercato – ha dichiarato in merito Lorenzo Ferrari Ardicini - anche grazie al piano varato dal Governo per incrementare la diffusione della banda larga entro il 2020». Per finire, i negozi eldom si confermano il canale principale di vendita sia per i DVD che, soprattutto, per i Blu-ray con una share del 45,9% anche se stabile sul 2014, ma l’eCommerce fa segnare un netto balzo rispetto al 2014 (+33% in termini di valore) arrivando a una share del 21,2%. Le insegne specialistiche hanno aumentato il loro peso lo scorso anno portandosi a una share del 18,2%. L’unica flessione si registra nella GD: -13%.

 

Contenuti correlati : Home Entertainment Gfk Home Video Italia crescita retail distribuzione
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

Ricevi la Newsletter!

Consumer Electronics

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

ACCADDE OGGI

  • 26 Ottobre 2007
    Dtt: bocciato il digitale regionale
    Non è passato l’emendamento proposto dal senatore Ds Esterino Montino per spostare il passaggio al digitale terrestre nel 2008, regione per regione in tempi differenziati.