20 Gennaio 2015  12:38

La UE tira le orecchie al Lussemburgo per i tax ruling

Elena Reguzzoni
La UE tira le orecchie al Lussemburgo per i tax ruling

Dubbi sulla compatibilità con le regole europee degli accordi fiscali ‘agevolati’ concessi ad Amazon e ad altre imprese

Già avevano sollevato un polverone di polemiche, ma ora c’è la conferma che i tax ruling, ovvero gli accordi fiscali agevolati concessi dal Lussemburgo a una serie d’imprese internazionali a cominciare da Amazon che la UE “ha dei dubbi sulla loro compatibilità” con le regole europee e questi dubbi sono stati messi nero su bianco dalla commissione della UE e inviati alle autorità del granducato. In realtà la commissione sta verificando anche regimi o trattamenti ‘dubbi’ al di fuori del Lussemburgo, come quelli applicati dall’Irlanda o dall’Olanda, ma il caso di Amazon è particolarmente caldo perché sarebbe stato siglato nel 2003 e quindi quando Jean-Claude Juncker, oggi Presidente della Commissione Europea, era primo ministro proprio del Lussemburgo. Ora non resta che vedere a cosa queste verifiche porteranno…

Contenuti correlati : UE orecchie Lussemburgo tax ruling accordi fiscali Juncker regole Amazon

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

Ricevi la Newsletter!

Consumer Electronics

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

ACCADDE OGGI