04 Aprile 2014  09:55

Il manager del mese: a colloquio con Luigi Testa

Silvia Balduzzi
Il manager del mese: a colloquio con Luigi Testa

Luigi Testa

L’esperienza, gli obiettivi, il punti di vista sul mercato del Giocattolo del National Key Account Manager di Famosa

Qual è la sua opinione oggi sul mercato del Giocattolo?

 

«Negli ultimi anni sono sensibilmente cambiate le logiche e il peso dei vari player. Il mercato è diventato più competitivo e, anche a causa della crisi, il consumatore è sempre più attento e propenso a valutare il rapporto qualità-prezzo. La season ha visto accorciarsi sempre di più il periodo del vero sell-out perché il cliente tende ormai all’acquisto dell’ultimo minuto. Infine la comunicazione televisiva, che ha subito negli anni un cambiamento radicale a livello di offerta, è diventata un investimento imprescindibile per ogni azienda».

 

In quale direzione si sta evolvendo?

 

«Se da una parte i giocattoli saranno sempre più tecnologici dall’altra parte c’è una nuova valorizzazione del giocattolo tradizionale legata al brand e alla qualità del prodotto».

 

Qual è la sua opinione sulla situazione della distribuzione oggi nel Giocattolo?

 

«I due canali principali, cioè gli specialisti e la GD, si spartiscono i volumi di vendita e rispondono in modo diverso ma in entrambi i casi efficace ai bisogni specifici del consumatore. Gli specialisti sono in grado di proporre un assortimento ampio e profondo e prodotti particolari e di nicchia, allontanandosi così dal mass market e costruendo un’offerta personalizzata per la propria clientela. Proprio sul mass market lavora invece la grande distribuzione, che grazie a volantini e operazioni promozionali ha saputo attrarre in modo crescente i consumi del periodo natalizio e che lavora egregiamente sull’acquisto d’impulso».

 

Quali obiettivi e previsioni per il 2014?

 

«Spero che il 2014 sia un anno di ripresa, e credo che i dati positivi sull’andamento del mercato nel mese di gennaio siano confortanti. Per Famosa sarà un anno di sfide, dal momento che ci siamo dati un obiettivo di crescita importante (+ 20%), che sarà comunque il primo step di un percorso di sviluppo estremamente challenging: raggiungere in tre anni un turnover di 30 milioni di euro diventando così una delle prime 10 aziende del mercato».

 

Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

Wajda Oddino - Toy Store

ACCADDE OGGI

  • 06 Giugno 2012
    Teorema: successo per l’evento in-store
    L’insegna Teorema ha organizzato lo scorso primo giugno con soddisfazione un evento in store per coinvolgere genitori e bambini, creare traffico...

Ricevi la Newsletter!

Giocattoli

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy