17 Dicembre 2014  11:33

L’innovazione, la ricetta anticrisi del mercato inglese

Silvia Balduzzi
L’innovazione, la ricetta anticrisi del mercato inglese

È stata soprattutto questa la leva che ha consentito alle aziende del comparto di resistere alle crisi economica mondiale e di continuare a intercettare l’interesse dei genitori. Le novità di Toy Fair 2015

Dal 20 al 22 gennaio prossimi presso l’Olympia Exhibition Center di Londra si svolgerà Toy Fair (www.toyfair.co.uk),l’unica fiera del Regno Unito dedicata specificatamente al settore giocattoli, giochi e tempo libero. Secondo quanto comunicato dalla British Toys & Hobby Association, nonostante la recessione conseguente alla crisi economica mondiale, nel Regno Unito il mercato del giocattolo ha continuato a mantenersi complessivamente stabile. A giudizio di molti osservatori questa solidità è frutto, da una parte, della continua spinta all’innovazione delle aziende del comparto determinate a mantenere intatto l’appeal dei giocattoli sui bambini e, dall’altro, della disponibilità dei genitori a fare sacrifici pur di poterli regalare ai loro figli. Nel 2013 il giro di affari del mercato del giocattolo in Gran Bretagna è stato pari a circa 2,9 miliardi di sterline (circa 3,68 miliardi di euro) per un totale di 364 milioni di unità vendute, in calo del 5%. I prezzi medi sono saliti a 7,92 sterline (circa 10 euro) dalle 7,52 sterline (9,54 euro) del 2012. «Come da tradizione, la sessantaduesima edizione di Toy Fair lancerà alcuni dei giochi destinati a diventare i più venduti della prossima stagione. Questo è quanto è successo con il nuovo Furby, Buzz Lightyear, Tamagotchi, Tartarughe Ninja e le bambole ispirate al gruppo pop One Direction, tutti presentati agli addetti del settore nel corso delle precedenti edizioni. Ci sono tutte le premesse perché anche l’edizione 2015 risulti altrettanto stimolante, visto che oltre 22 mila metri quadri dell’esposizione saranno occupati da marchi del calibro di Bandai, Character Options, Hasbro, Lego, Flair, Tomy Europe e Vivid Toy Group – spiegano dall’associazione - Tuttavia, la Toy Fair non riguarderà esclusivamente i grandi espositori. La Greenhouse Area situata al centro dell’expo, fungerà, infatti, da trampolino di lancio per le società emergenti più innovative. L’area è stata, infatti, concepita proprio come luogo deputato al lancio di prodotti inediti, che sembrano avere le carte in regola per diventare la prossima irresistibile mania. La prossima edizione conferma il ruolo importantissimo della Toy Fair TV, che compie tre anni e si propone di aiutare a scoprire tutte le attrattive della fiera».

Contenuti correlati : anticrisi Toy Fair 2015 tempo libero innovazione genitori giocattoli giochi

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Giocattoli

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy