28 Agosto 2000  00:00

Lego: a casa 133 dipendenti

(mev)

La decisione, dovuta a problemi di bilancio, riguarda solo la Danimarca

Lego ha deciso di tagliare 133 dipendenti in Danimarca. Il tasso di crescita del paese dove si trova l’head quarter dell’azienda, infatti, non è stato giudicato sufficientemente alto e i risultati di vendita sperati non sono stati raggiunti. Lego ha perciò deciso di mettere a punto la propria capacità produttiva attraverso sostanziali operazioni di razionalizzazione delle risorse. Per il futuro, infatti, Lego aumenterà anche la flessibilità del lavoro per poter spostare più facilmente il personale all’interno delle varie divisioni. Il direttore vendite di Lego Italia Ignacio Ramos ha assicurato che il problema non riguarda il nostro paese: “All’estero – ha affermato oggi a e-duesse – Lego non è riuscita a mantenere i successi ottenuti nel ’99 con le vendite dei prodotti legati al film Star Wars. In Italia la crescita è stata più graduale e perciò alla fine di giugno siamo riusciti ad aumentare le vendite in Gd del 24% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso”.Nonostante i problemi, Lego ha annunciato che il nuovo parco Legoland di Guenzburg (Germania) sarà completato entro l’estate 2002 e non nel 2003, come era stato programmato.

Iscriviti alla nostra newsletter

EDITORIALISTI

  • 07 Settembre 2020
    Una ripresa possibile
    Parliamo dei risultati del primo periodo di riapertura in questo numero di Toy Store. Lo facciamo dando voce sia ai...
Wajda Oddino - Toy Store

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Giocattoli

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy