01 Febbraio 2018  12:33

Cinecittà, 37 milioni per il piano di rilancio

Silvia Mussoni
Cinecittà, 37 milioni per il piano di rilancio

Un’immagine della serie Tv Hbo Roma girata a Cinecittà ©Franco Biciocchi HBO – Courtesy of Istituto Luce Cinecittà

In arrivo grandi produzioni internazionali

Cinecittà, tornata in mano pubblica lo scorso luglio (quando è diventata un ramo di Istituto Luce Cinecittà), sarà rilanciata con un piano articolato, illustrato ieri dal ministro del Beni Culturali Dario Franceschini in occasione di una visita agli studios. «La ripubblicizzazione di Cinecittà è un’operazione strategica per rilanciare una delle più importanti aziende culturali italiane. Negli ultimi 20 anni a Cinecittà la privatizzazione non ha funzionato ecco perché grazie a una norma di legge abbiamo deciso di riacquisirla prevedendo anche il coinvolgimento della Rai. Un partner importante con cui sì può costruire un piano industriale ancora più forte in coerenza con le scelte che l’Italia ha fatto per il rilancio del settore cinematografico e dell’audiovisivo». Ieri è stato precisato che il budget a disposizione per il rilancio di Cinecittà ammonta a oltre 37 milioni di euro per il periodo 2018-2022. Tra le iniziative previste, è in progetto la costruzione di due nuovi teatri di posa di grandi dimensioni, la ricostruzione del teatro andato distrutto durante la Seconda Guerra Mondiale che avrà anche una piscina per riprese subacquee, l’ammodernamento di due dei teatri, la creazione nell’ambito di Cinecittà Game Hub di un teatro di posa per realtà virtuale e motion capture e la manutenzione straordinaria di tutta la struttura. Si aggiungono, inoltre, l’inaugurazione del Miac - Museo Italiano dell’Audiovisivo e del Cinema di Cinecittà entro la fine dell’anno, e il restyling a opera di Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo di Cinecittà si mostra. Ma a fare tornare gli studios «ai fasti degli anni d’oro», come afferma il ministro, sarà l’arrivo di grandi produzioni. Due settimane fa sono iniziate le riprese della serie Tv Il nome della rosa diretta da Giacomo Battiato e interpretata da John Turturro ed è atteso a breve Paolo Sorrentino per la seconda serie di The Young Pope, intitolata The New Pope. Si è parlato inoltre dell’interesse da parte di produzioni Netflix e Paramount ancora da svelare. Oltre al ministro erano presenti ieri a Cinecittà anche Roberto Cicutto, presidente e amministratore delegato di Istituto Luce Cinecittà; Nicola Borrelli, direttore generale Cinema; Felice Laudadio, presidente della Cineteca Nazionale; Gian Luca Farinelli, direttore della Cineteca di Bologna.

Contenuti correlati : Cinecittà Studios Franceschini Istituto Luce Cinecittà
Iscriviti alla nostra newsletter

Comments

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 29 Gennaio 2021
    La nuova televisione al giro di BOA
    L’assunto è certo: causa pandemia gli ascolti sono cresciuti e la pubblicità è diminuita. Ergo, mentre la tv funziona...
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 15 Aprile 2010
    I risultati Auditel di marzo
    Secondo le rilevazioni Auditel relative al mese di marzo, gli ascolti digitali hanno superato quelli della tv analogica (ferma al 48%).

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy