03 Marzo 2009  00:00

Europa 7: una lettera a Bruxelles

TVec

Secondo l’emittente le frequenze concesse dal ministero non garantiscono una copertura sufficiente del territorio

Francesco Di Stefano, amministratore unico di Europa 7, ha inviato una lettera al ministero europeo per la Società dell’informazione, il commissario Viviane Reding, chiedendo un suo intevento. Secondo l’emittente, infatti, la frequenze concesse dal ministero delle Comunicazioni italiano assegnate dopo la sentenza della Corte di giustizia Ue sono frequenze “fantasma”; non garantiscono la copertura dell’80% del territorio, né del 95% della popolazione. Non solo, le frequenze – che appartenevano a RaiUno – sono state rivendicate da un gruppo di radio: in un ricorso al Tar del Lazio queste hanno dichiarato di averle ricevute per sperimentare la tecnologia di trasmissione digitale Dab.

Iscriviti alla nostra newsletter

EDITORIALISTI

  • 29 Gennaio 2021
    La nuova televisione al giro di BOA
    L’assunto è certo: causa pandemia gli ascolti sono cresciuti e la pubblicità è diminuita. Ergo, mentre la tv funziona...
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy