01 Settembre 2016  10:35

Giacomelli: per la Rai un canale in lingua inglese

TV Eliana Corti
Giacomelli: per la Rai un canale in lingua inglese

Antonello Giacomelli

Il servizio pubblico, ribadisce il sottosegretario, deve farsi traino dell’industria audiovisiva nazionale

Nessuna ossessione per l’audience, ma allo stesso tempo innovazione, sperimentazione e creatività: è quanto ha auspicato il sottosegretario MiSe Antonello Giacomelli in un’intervista a Articolo21. Anche in base a quanto emerso dalle iniziative messe a punto in vista del rinnovo della Concessione, una delle strade che Rai potrebbe perseguire è quella di un canale in lingua inglese e un canale culturale di livello europeo e uno in lingua inglese, per parlare dell’Italia al mondo. Rai, inoltre, dovrà sviluppare maggiormente le partnership con gli altri Public Media Service e trasformarsi nel traino dell’industria audiovisiva nazionale.

Contenuti correlati : industria audiovisiva sperimentazione Antonello Giacomelli Rai inglese audience innovazione creatività

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 29 Gennaio 2020
    Tanto tuonò che piovve
    Le parole d’ordine sono selezione e razionalizzazione, che – tradotte in soldoni – vorrebbero dire: non c’è più spazio per tutti.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 27 Febbraio 2014
    Rai senza bollino?
    È iniziata ieri in commissione di Vigilanza la discussione generale sul contratto di servizio tra Rai e governo: il parere dei commissari sarà poi votato tra qualche settimana.

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy