07 Agosto 2019  09:55

Il decreto Cultura è legge

redazione
Il decreto Cultura è legge

©pixabay

Ok del Senato al testo che prevede misure a sostegno dell’audiovisivo e del cinema

Con 139 sì e 109 astenuti il Senato ha approvato il decreto Bonisoli, che introduce « misure urgenti in materia di personale delle fondazioni lirico-sinfoniche, di sostegno del settore cinema e audiovisivo e finanziamento delle attività del Ministero per i Beni e le attività culturali e per lo svolgimento della manifestazione UEFA 2020». Viene introdotto, inoltre, un limite massimo di 36 mesi ai contratti a tempo determinato per i lavoratori dello spettacolo. Per quanto riguarda il settore audiovisivo, viene prorogata l’applicazione della nuova disciplina (con l’abbassamento degli investimenti in opere europee indipendenti “lineari” e gli obblighi per gli operatori on demand) dal 1° luglio 2019 al 1° gennaio 2020 e inserite misure a contrasto della pirateria (per esempio contro il camcording). In ambito cinematografico, viene inoltre modificata la commissione censura, aumentandone i componenti e togliendo la figura del sociologo. Positivo il commento del presidente dell’Anica Francesco Rutelli: «I contenuti sono importanti e le novità sono il risultato di un lungo lavoro di confronto nato dall’iniziativa decisa del Governo per portare a sintesi le proposte di tutti gli stakeholder. Per la prima volta le associazioni maggiormente rappresentative hanno potuto sviluppare il dialogo diretto sia con gli operatori storici, i broadcaster, sia con i rappresentanti delle piattaforme on demand, giungendo a risultati proposti al Governo in misura significativamente condivisa».

Ndr: testo modificato alle 10.40

Contenuti correlati : bonisoli pirateria cultura audiovisivo

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 29 Agosto 2019
    Quel tesoro di BIG DATA
    A prima vista sono i palinsesti di sempre. Editori, broadcaster e, per conto loro, autori e produttori hanno messo in...
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 21 Settembre 2016
    Rai condannata per l’assunzione di Semprini
    Il Tribunale del Lavoro ha condannato Rai per comportamento antisindacale nell’assunzione del giornalista Gianluca Semprini, attualmente conduttore di “Politics” su RaiTre.

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy