18 Settembre 2013  17:29

Il talk show è un genere eterno

TVer
Il talk show è un genere eterno

Lo ha dichiarato Michele Santoro, che illustra le novità di “Servizio pubblico”, in partenza il 26 settembre su La7

Sono morti i reality, non i talk show, genere eterno e che restituisce con immediatezza le tensioni sociali. A dichiararlo è Michele Santoro in un’intervista al “Corriere della sera”, dove esclude un suo rientro in Rai («Gubitosi sta lavorando sui tagli e sui conti, ma è ancora abbarbicato ai prodotti di prima») e definisce Urbano Cairo «persona dotata di grande senso pratico e grandi capacità di navigazione»; se l’editore di La7 si assumerà i suoi rischi, non solo economici, il canale potrà conquistare il terzo posto, dopo RaiUno e Canale 5. Quanto alle “docufiction”, realizzate alla fine della scorsa stagione televisiva sulla mafia e sul Vaticano, sono andate molto bene e torneranno anche nei prossimi mesi. Ma il giornalista-conduttore lavorerà soprattutto sul ritmo narrativo del programma, eliminando le troppe contrapposizioni retoriche. Infine una previsione: «Finita l’era Berlusconi, arriveranno le major, gli investitori stranieri. E anche la Rai dovrà rinunciare a una rete e a una parte della pubblicità, liberando risorse».

Iscriviti alla nostra newsletter

Comments

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 07 Settembre 2020
    Poker al femminile
    Quattro numeri, quattro donne, in sequenza, su altrettante copertine di Tivù. La presidente di Doc/it, Claudia Pampinella,...
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 28 Settembre 2007
    Rai.tv: il portale apre agli utenti
    La divisione internet di viale Mazzini sta per aprire agli utenti il portale multimediale Rai.tv, lanciato lo scorso giugno da RaiNet.

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy